Tag articolo: Bibbia

La mano di Cristo, il pastore buono

commentiCommenti disabilitati su La mano di Cristo, il pastore buono
di , 17 aprile 2016

IV domenica di Pasqua  Gv 10,27-30 27

unnamedLe mie pecore ascoltano la mia voce e io le conosco ed esse mi seguono. Io do loro la vita eterna e non andranno perdute in eterno e nessuno le strapperà dalla mia mano. Il Padre mio, che me le ha date, è più grande di tutti e nessuno può strapparle dalla mano del Padre. Io e il Padre siamo una cosa sola». Il capitolo 10 del vangelo secondo Giovanni contiene una lunga discussione tra Gesù e alcuni farisei che egli dichiara in una situazione di peccato, perché credono e dicono di vedere mentre in realtà non vedono e non operano un discernimento circa l’identità di Gesù e la qualità della sua azione (cf. Gv 9,40-41). Con una parabola Gesù cercare di rivelare loro come egli non sia un ladro ma sia il pastore che entra ed esce attraverso la porta dell’ovile, non in incognito, il pastore che cammina davanti a pecore che lo seguono perché riconoscono la sua voce. Prosegui la lettura 'La mano di Cristo, il pastore buono'»

Discorso del Santo Padre all’AGESCI

commentiCommenti disabilitati su Discorso del Santo Padre all’AGESCI
di , 16 giugno 2015

Piazza San Pietro – Sabato, 13 giugno 2015

Fate-ponti-in-questa-società-dove-c’è-l’abitudine-di-fare-muri-500x354Cari amici dell’AGESCI, buongiorno! Vi ringrazio di essere venuti così numerosi da tutte le regioni d’Italia a formare questa festosa presenza in Piazza San Pietro. Saluto il Capo Scout e la Capo Guida, l’Assistente Ecclesiastico Generale, i lupetti e le coccinelle, gli esploratori e le guide, i rover e le scolte, con le comunità-capi e i sacerdoti assistenti. Vi dirò una cosa – ma non vantatevi! -: voi siete una parte preziosa della Chiesa in Italia. Grazie! Forse i più piccoli tra voi non se ne rendono bene conto, ma i più grandi spero di sì! In particolare, voi offrite un contributo importante alle famiglie per la loro missione educativa verso i fanciulli, i ragazzi e i giovani.

Prosegui la lettura 'Discorso del Santo Padre all’AGESCI'»

VI Domenica di Pasqua

commentiCommenti disabilitati su VI Domenica di Pasqua
di , 9 maggio 2015

PasqA6-w2Letture: At 10,25-26.34-35.44-48; 1Gv 4,7-10; Gv 15,9-17

Tutto si risolve solo nell’amore
«In questo si è manifestato l’amore di Dio in noi: Dio ha mandato nel mondo il suo Figlio unigenito, perché noi avessimo la vita per mezzo di lui». Un tempo molti pensavano che la salvezza fosse ‘meritata’ dalle opere compiute. S.passava la vita ad acquistare meriti per assicurarsi il paradiso. E molti altri, tra i quali il nostro fratello Martin Lutero, leggendo in modo attento le Sacre Scritture, ci hanno fatto comprendere che la verità non era esattamente questa. «A nulla valgono le opere – dicevano –; ci si salva solo mediante la fede». Abbiamo impiegato un po’ di tempo, con dispute infinite e con divisioni laceranti, e alla fine abbiamo ammesso che doveva essere proprio così. Ma abbiamo cambiato solo il vocabolario, non la comprensione della questione. Molti continuano a pensare la fede come ad un’opera. Tant’è che si diceva – e si dice ancora – «Io ho la fede, e dunque mi salvo; ma che ne sarà di coloro che non hanno la fede?

Prosegui la lettura 'VI Domenica di Pasqua'»

Catechismo degli adulti

commentiCommenti disabilitati su Catechismo degli adulti
di , 8 maggio 2015

Presentazione Agli adulti, uomini e donne del nostro Paese, ai loro catechisti e alle comunità ecclesiali, i Vescovi italiani consegnano questo libro della fede, il catechismo

La verità vi farà liberi. Lo fanno con sentimenti di gioia e di gratitudine al Signore, sapendo quanto lungo e impegnativo è stato il cammino del testo, ed insieme nutrendo grande speranza per un suo diffuso e sapiente impiego nell’opera della nuova evangelizzazione. Di fronte a noi sono i bisogni di fede degli adulti italiani e le loro attese. Vivono e soffrono un tempo di cambiamento e di crisi, che tocca la globalità della vita, le verità fondanti, i valori etici elementari e coinvolge la stessa possibilità di pervenire a certezze di fede oggettive e universali. Eppure, anche in questo clima di incertezza e talvolta di smarrimento, non vi è per lo più un rifiuto preconcetto della componente religiosa dell’esistenza.

Prosegui la lettura 'Catechismo degli adulti'»

Nutrire il pianeta non sia solo uno slogan

commentiCommenti disabilitati su Nutrire il pianeta non sia solo uno slogan
di , 1 marzo 2015

La Stampa, 15 febbraio 2015 – di ENZO BIANCHI

La febbre per l’Expo di Milano è salita, e grande è l’attesa per la kermesse, intensa la sua preparazione: ormai è presentata ogni giorno di più come il grande evento, capace di mutare la sorte del nostro paese e del nostro futuro. Dai diversi annunci quotidiani di iniziative e incontri culturali tutto sembra nuovissimo e inedito: si è portati a credere che si stia andando verso un evento escatologico. Anche l’area cattolica si è mobilitata e, come quasi sempre succede, lo sta facendo per lo più appiattendosi sui percorsi più facili e imitandone lo stile, nella speranza di ottenere la stessa performance che eccita tutti. Ormai, lo dico con tristezza, anche la pastorale si è piegata ai temi dell’Expo e perfino nelle omelie domenicali si affrontano quegli argomenti anziché annunciare il vangelo.

Prosegui la lettura 'Nutrire il pianeta non sia solo uno slogan'»

Seconda Domenica di Avvento

commentiCommenti disabilitati su Seconda Domenica di Avvento
di , 5 dicembre 2014

2 domenica di avventoVangelo ricomincia sempre.
7 dicembre, II domenica di Avvento, anno B

Inizio  del vangelo di Gesù, Cristo, Figlio di Dio. Come sta  scritto nel profeta Isaia: Ecco, dinanzi a te   io  mando il mio messaggero: egli preparerà la tua via.   Voce di uno che grida nel deserto: Preparate la via  del Signore, raddrizzate i suoi sentieri, vi fu Giovanni, che battezzava nel deserto e proclamava un battesimo di conversione per il perdono dei peccati. Accorrevano a lui tutta la regione della Giudea e tutti gli abitanti di Gerusalemme. E si facevano battezzare da lui nel fiume Giordano, confessando i loro peccati. Giovanni era vestito di peli di cammello, con una cintura di pelle attorno ai fianchi, e mangiava cavallette e miele selvatico. E proclamava: “Viene dopo di me colui che è più forte di me: io non sono degno di chinarmi per slegare i lacci dei suoi sandali. Io vi ho battezzato con acqua, ma egli vi battezzerà in Spirito Santo”. Ascoltiamo oggi i primi versetti del vangelo secondo Marco.

Prosegui la lettura 'Seconda Domenica di Avvento'»

Udienza movimento Adulti Scout Cattolici Italiani (MASCI)

commentiCommenti disabilitati su Udienza movimento Adulti Scout Cattolici Italiani (MASCI)
di , 13 novembre 2014

1506016_678099592240479_430411164_nCari fratelli e sorelle,

Vi accolgo con gioia, in occasione del sessantesimo anniversario di fondazione del Movimento Adulti Scouts  Cattolici Italiani. Rivolgo a ciascuno il mio saluto cordiale, incominciando dalla Presidente nazionale, che ringrazio  per le sue parole, e dall’Assistente, che pure ringrazio; e ringrazio anche per il segno. Vi ringrazio per il lavoro che  svolgete nella Chiesa e nella società, testimoniando il Vangelo, secondo lo stile proprio dello scoutismo. E’ importante  sottolineare la dimensione ecclesiale della vostra realtà associativa, che raccoglie laici ben consapevoli degli impegni  derivanti dai sacramenti del Battesimo e della Cresima. Mossi da questa convinzione, in questi anni di impegno    apostolico vi siete sforzati di testimoniare i valori di lealtà, di fraternità e di amore a Dio e al prossimo, servendo  generosamente la comunità ecclesiale e quella civile.

Prosegui la lettura 'Udienza movimento Adulti Scout Cattolici Italiani (MASCI)'»

Il Papa ai fidanzati nel giorno di S. Valentino: “Il matrimonio funziona non solo se dura”

commentiCommenti disabilitati su Il Papa ai fidanzati nel giorno di S. Valentino: “Il matrimonio funziona non solo se dura”
di , 14 febbraio 2014

121404628-d588d59b-ac82-47d0-b5ec-9087b5c9d920Sono arrivati da ogni parte del mondo per incontrare Papa Francesco nel giorno dedicato agli innamorati. Sono oltre 25mila i fidanzati che hanno accettato l’invito lanciato dal presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia, l’arcivescovo Vincenzo Paglia, a festeggiare San Valentino per la prima volta insieme a Bergoglio. Così il pontefice e i ragazzi si sono incontrati a piazza San Pietro, per “La gioia del sì per sempre”, un appuntamento inedito, ma che ha raccolto migliaia di adesioni in pochissimo tempo. Prima dell’udienza, sul sagrato gremito, canti, poesie e preghiere e l’esibizione di Tosca.

Prosegui la lettura 'Il Papa ai fidanzati nel giorno di S. Valentino: “Il matrimonio funziona non solo se dura”'»

La Parola della Domenica

commentiCommenti disabilitati su La Parola della Domenica
di , 3 marzo 2012

Prima Lettura (Gen 22,1-2.9.10-13.15-18) Il sacrificio del nostro padre Abramo.
(Sal 115) Camminerò alla presenza del Signore nella terra dei viventi.
Seconda Lettura (Rm 8,31-34) Dio non ha risparmiato il proprio Figlio.
Vangelo (Mc 9,2-10) Questi è il Figlio mio, l’amato.

La via lucis che nasce dall’ascolto… Dalla domenica del deserto al Vangelo della luce. La nostra vocazione altro non è che la fatica tenace e gioiosa di liberare tutta la luce e la bellezza seminate in noi: verità dell’uomo è una luce custodita in un guscio di fragile argilla. Sul monte il volto di Gesù brilla di un contenuto che lo travolge, di una energia che non si ferma al volto, neppure al corpo intero, ma tracima verso l’esterno e cattura la materia degli abiti: Le sue vesti divennero bianche come nessun lavandaio sarebbe capace. Se la veste è luminosa sopra ogni possibilità umana, quale sarà la bellezza del corpo? E se così è il corpo, come sarà il cuore? Allora Pietro, stordito e sedotto da ciò che vede, balbetta: è bello per noi stare qui. Stare qui, davanti a questa bellezza, perché qui siamo di casa, altrove siamo sempre stranieri. Altrove non è bello, e possiamo solo camminare non sostare, qui è la nostra identità: abitare anche noi una luce. È bello stare qui: il nostro cuore è a casa soltanto accanto al tuo, Signore. Sul Tabor il corpo di Gesù trasfigurato racconta Dio. Tutto ciò che Gesù ha detto è vero perché il suo corpo splende, anticipo del Regno: Regno di luce e di tenerezza perché il suo Corpo è luce e tenerezza; Regno di bellezza e di grazia perché il suo Corpo è bellezza e grazia; Regno di incontri che lega insieme in un nodo di stupore le sei presenze sul monte. Ma come tante cose belle, la visione non fu che un attimo. «Una nube li coprì e venne una voce: Ascoltate Lui». Il Padre prende la parola ma per scomparire dietro la parola del Figlio. Il mistero di Dio è ormai tutto dentro Gesù. Con Mosè, dal volto intriso di luce, con Elia, rapito su un carro di fuoco e di luce, tutta la bibbia converge su Cristo. Sali sul monte per vedere e sei rimandato all’ascolto. Scendi dal monte e ti rimane nella memoria l’eco dell’ultima parola: Ascoltate Lui. La nostra via lucis è l’ascolto. Quella luce, «la luce della trasfigurazione che è l’energia stessa di Dio» ( G. Palamas) è ancora disponibile: nella Parola, nei sacramenti, nella bontà delle persone, nella bellezza delle cose, talvolta scintilla breve talvolta fiume di fuoco. Il mondo è intriso di luce, lo sanno tutte le religioni, lo sanno gli innamorati, gli artisti, i puri. Ma ora io so che «alle sorgenti della bellezza, della pace e dell’energia di quelle falde di fuoco presenti nel cosmo, è posto Gesù di Nazaret» ( O. Clèment), fiamma delle cose, cuore di luce dentro ogni creatura. [Ermes Ronchi]

Festa diocesana della Famiglia

commentiCommenti disabilitati su Festa diocesana della Famiglia
di , 14 gennaio 2012

Festa diocesana della Famiglia, con mons. Beniamino Pizziol, 15 Gennaio alle ore 15.30 a S.Marco

A presiedere la celebrazione eucaristica interverrà l’amministratore apostolico del Patriarcato mons. Beniamino Pizziol. “Gli sposi e la famiglia, testimoni dell’amore di Dio per gli uomini” è il motto che accompagnerà tale iniziativa organizzata come sempre dalla Pastorale diocesana per gli sposi e la famiglia. Durante la messa tutti gli sposi presenti rinnoveranno le loro promesse coniugali e poi ci sarà anche, per la diciottesima volta, il rito della consegna della Bibbia da parte del vescovo alle famiglie che l’hanno richiesta e per sottolineare il ruolo centrale che assume nella vita della famiglia stessa (sono circa duemila, tra l’altro, le coppie che l’hanno ricevuta in questi anni). E al termine della celebrazione, com’è tradizione, il vescovo regalerà inoltre dei sacchetti di caramelle ai numerosi bambini e ragazzi presenti.

Panorama Theme by Themocracy