Tag articolo: preghiera

commentiCommenti disabilitati su
di , 25 gennaio 2016

PELLEGRINAGGIO GIUBILARE

Sabato 27 Febbario le parrocchie del nostro vicariato sono invitate a compiere il pellegrinaggio alla Basilica di San Marco per ricevere l’indulgenza dei propri peccati e intraprendere una vera strada di conversione. Il programma prevede: ritrovo alle ore 15.30 davanti alla chiesa di San Moisè a Venezia. Piccola osta di preghiera e pellegrinaggio verso la Basilica di San Marco; Ingresso della Porta Santa e celebrazione Eucaristica presieduta dal Patriarca e concelebrata dai sacerdoti del vicariato Mercoledì 3 Febbraio alle ore 20.30 presso la Sala San PioX (parrocchia San Pietro) verrà mons don Orlando Barbaro per introdurci al senso del pellegrinaggio giubilare.

PELLEGRINAGGIO GIUBILARE COME PARTECIPARE:

Al pellegrinaggio giubilare possono partecipare tutti: famiglie con figli – giovani – adulti – anziani. Raccomandiamo la partecipazione di tutti i chierichetti e del gruppo giovani e scout. E’ necessario raccogliere le adesioni entro domenica 14 febbraio presso le sacrestie di San Donato e San Pietro nell’apposito modulo. Dobbiamo comunicare dieci giorni prima il numero dei partecipanti.

Un’immersione per la remissione dei peccati

commentiCommenti disabilitati su Un’immersione per la remissione dei peccati
di , 9 dicembre 2015

 

1 DOMENICA AVVENTO[1] I domenica di Avvento Anno C, notte del 6 dicembre 2015
Lc 3,1-6

Nell’anno quindicesimo dell’impero di Tiberio Cesare, mentre Ponzio Pilato era governatore della Giudea, Erode tetrarca della Galilea, e Filippo, suo fratello, tetrarca dell’Iturea e della Traconìtide, e Lisània tetrarca dell’Abilene, sotto i sommi sacerdoti Anna e Caifa, la parola di Dio venne su Giovanni, figlio di Zaccaria, nel deserto. Egli percorse tutta la regione del Giordano, predicando un battesimo di conversione per il perdono dei peccati, com’è scritto nel libro degli oracoli del profeta Isaia:

Voce di uno che grida nel deserto:
Preparate la via del Signore,
raddrizzate isuoi sentieri!
Ogni burrone sarà riempito,
ogni monte e ogni colle sarà abbassato;
le vie tortuose diverranno diritte
e quelle impervie, spianate.
Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!

Prosegui la lettura 'Un’immersione per la remissione dei peccati'»

Vieni, Signore Gesù, vieni presto!

commentiCommenti disabilitati su Vieni, Signore Gesù, vieni presto!
di , 28 novembre 2015

 

 

 

 

I domenica di Avvento Anno C, 29 novembre 2015
Lc 21,25-28.34-36

Vi saranno segni nel sole, nella luna e nelle stelle, e sulla terra angoscia di popoli in ansia per il fragore del mare e dei flutti, mentre gli uomini moriranno per la paura e per l’attesa di ciò che dovrà accadere sulla terra. Le potenze dei cieli infatti saranno sconvolte. Allora vedranno il Figlio dell’uomo venire su una nube con potenza e gloria grande.  Quando cominceranno ad accadere queste cose, alzatevi e levate il capo, perché la vostra liberazione è vicina». State bene attenti che i vostri cuori non si appesantiscano in dissipazioni, ubriachezze e affanni della vita e che quel giorno non vi piombi addosso improvviso; come un laccio esso si abbatterà sopra tutti coloro che abitano sulla faccia di tutta la terra.  Vegliate e pregate in ogni momento, perché abbiate la forza di sfuggire a tutto ciò che deve accadere, e di comparire davanti al Figlio dell’uomo».

Prosegui la lettura 'Vieni, Signore Gesù, vieni presto!'»

“La tua fede ti ha salvato”

commentiCommenti disabilitati su “La tua fede ti ha salvato”
di , 24 ottobre 2015

XXX domenica del tempo Ordinario, anno B,

25 ottobre 2015 Mc 10,46-52

Giovanni-Vanzulli.-Il-cieco-nato-I-miracoli-di-gesù-E giunsero a Gerico. Mentre partiva da Gerico insieme ai suoi discepoli e a molta folla, il figlio di Timeo, Bartimeo, che era cieco, sedeva lungo la strada a mendicare. Sentendo che era Gesù Nazareno, cominciò a gridare e a dire: «Figlio di Davide, Gesù, abbi pietà di me!». Molti lo rimproveravano perché tacesse, ma egli gridava ancora più forte: «Figlio di Davide, abbi pietà di me!». Gesù si fermò e disse: «Chiamatelo!». Chiamarono il cieco, dicendogli: «Coraggio! Àlzati, ti chiama!». Egli, gettato via il suo mantello, balzò in piedi e venne da Gesù. Allora Gesù gli disse: «Che cosa vuoi che io faccia per te? ». E il cieco gli rispose: «Rabbunì, che io veda di nuovo!». E Gesù gli disse: «Va’, la tua fede ti ha salvato». E subito vide di nuovo e lo seguiva lungo la strada. Prosegui la lettura '“La tua fede ti ha salvato”'»

Solo l’amore di Cristo può possedermi fino in  fondo

commentiCommenti disabilitati su Solo l’amore di Cristo può possedermi fino in  fondo
di , 19 giugno 2015

12° Domenica del Tempo Ordinario (anno B)

Letture: Gb 38,1.8-11; 2Cor 5,14-17; Mc 4,35-41

Ges e la tempesta sedata«Se.uno è in Cristo è una nuova creatura». Me la ricordo bene questa parola, perché ha determinato la conversione della mia vita. I lettori mi scuseranno se, allora, parlerò un poco della mia storia, ma lo faccio solo nella speranza di dare concretezza alla Parola della Scrittura. Molti sapranno degli avvenimenti che segnarono la fine degli anni sessanta del secolo scorso. Era appena terminato il Concilio, nato dalla profezia di papa Giovanni, che voleva un profondo rinnovamento della Chiesa, affinché fosse in grado di dialogare con la modernità. Anche dal mondo delle università e delle fabbriche, da ogni luogo dove si guardava al futuro con uno sguardo di rinnovata speranza, dilagava come un’onda di piena, un irresistibile movimento popolare e giovanile che premeva a gran voce per il cambiamento rapido delle strutture e delle istituzioni.

Prosegui la lettura 'Solo l’amore di Cristo può possedermi fino in  fondo'»

Discorso del Santo Padre all’AGESCI

commentiCommenti disabilitati su Discorso del Santo Padre all’AGESCI
di , 16 giugno 2015

Piazza San Pietro – Sabato, 13 giugno 2015

Fate-ponti-in-questa-società-dove-c’è-l’abitudine-di-fare-muri-500x354Cari amici dell’AGESCI, buongiorno! Vi ringrazio di essere venuti così numerosi da tutte le regioni d’Italia a formare questa festosa presenza in Piazza San Pietro. Saluto il Capo Scout e la Capo Guida, l’Assistente Ecclesiastico Generale, i lupetti e le coccinelle, gli esploratori e le guide, i rover e le scolte, con le comunità-capi e i sacerdoti assistenti. Vi dirò una cosa – ma non vantatevi! -: voi siete una parte preziosa della Chiesa in Italia. Grazie! Forse i più piccoli tra voi non se ne rendono bene conto, ma i più grandi spero di sì! In particolare, voi offrite un contributo importante alle famiglie per la loro missione educativa verso i fanciulli, i ragazzi e i giovani.

Prosegui la lettura 'Discorso del Santo Padre all’AGESCI'»

Preghiera alla Santa Trinità

commentiCommenti disabilitati su Preghiera alla Santa Trinità
di , 29 maggio 2015

imagesBenedetto sii tu, Dio, nostro Padre, tu che hai creato questo mondo e lo hai illuminato con la luce del tuo amore e della tua misericordia. Benedetto sii tu, Figlio di Dio, Gesù Cristo, fratello nostro, tu che ci hai mostrato fino a qual punto si può amare, fino a donare la propria vita, fino a soffrire sulla croce. Benedetto sii tu, Spirito Santo, soffio di vita, che doni ad ognuno di noi la forza e la gioia di amare e rallegri il nostro cuore con ogni amore autentico e vero che sboccia su questa terra e la rende più preziosa e bella.

Spirito Santo

commentiCommenti disabilitati su Spirito Santo
di , 27 maggio 2015

B-PENTECOSTE_html_7dd31daaSpirito di Dio, abbatti le alte torri del nostro orgoglio, le folli ideologie del pensiero unico, la tragica ingiustizia di una economia che uccide. Crea, o Spirito multiforme, con la moltitudine dei nostri linguaggi, una straordinaria sinfonia, che dona gioia e danza con le differenze. Spirito di mitezza e di pace, annulla i disegni degli uomini, rendi vani i progetti dei potenti, innalza, con il tuo vento impetuoso tutti gli umiliati della terra. Spirito di profezia riempi tutta la Chiesa e il mondo intero di santi e di martiri, incidendo nella loro carne il tuo prezioso sigillo, come seme di una nuova vita. Dona perseveranza a tanti nostri fratelli, perseguitati a motivo di Cristo. Che ancora i nostri anziani siano capaci di sognare albe di luce e i nostri giovani abbiano visioni che dilatano lo sguardo su spazi infiniti; allora una nuova creazione sarà possibile. Spirito di fortezza, intercedi per noi con il tuo soffio inesprimibile e insegnaci la preghiera dei figli. Spirito che estingui la nostra sete, dissetaci con l’acqua viva che sgorga dal costato di Cristo. Spirito Santo, che elargisci i tuoi doni in abbondanza, donaci ancora amore, gioia, pace; rendi miti i nostri cuori, abitati dalla violenza di Caino, insegnaci l’arte di vivere da fratelli. Quando il Vento avrà fatto il giro della terra in un turbine senza fine; quando il Fuoco, attraverso mille e mille lingue, avrà raggiunto e incendiato d’amore il cuore di tutti; quando la Parola, con voce di Tuono, avrà terminato la sua corsa, e il Pane avrà saziato con abbondanza la nostra fame, allora, finalmente, vedremo il volto di Dio e l’umanità diventerà una famiglia di figli e di fratelli. E, tersa ogni lacrima, spunteranno arcobaleni di pace.

Preghiera Spirito Santo

commentiCommenti disabilitati su Preghiera Spirito Santo
di , 25 maggio 2015

imgresVieni!
E ti riconosceremo nel sorriso di un bimbo, nell’attesa serena di un anziano; nel cammino religioso e fedele del musulmano e dell’indù, come anche nel cuore di tutti i cercatori di Dio. E non sarai straniero nemmeno per chi non ti crede per niente. Sarai anche nei volti sfigurati dal dolore e dalla malattia, come un sussurro di speranza. Sarai nella morte, come pegno sicuro di resurrezione.

Catechismo degli adulti

commentiCommenti disabilitati su Catechismo degli adulti
di , 8 maggio 2015

Presentazione Agli adulti, uomini e donne del nostro Paese, ai loro catechisti e alle comunità ecclesiali, i Vescovi italiani consegnano questo libro della fede, il catechismo

La verità vi farà liberi. Lo fanno con sentimenti di gioia e di gratitudine al Signore, sapendo quanto lungo e impegnativo è stato il cammino del testo, ed insieme nutrendo grande speranza per un suo diffuso e sapiente impiego nell’opera della nuova evangelizzazione. Di fronte a noi sono i bisogni di fede degli adulti italiani e le loro attese. Vivono e soffrono un tempo di cambiamento e di crisi, che tocca la globalità della vita, le verità fondanti, i valori etici elementari e coinvolge la stessa possibilità di pervenire a certezze di fede oggettive e universali. Eppure, anche in questo clima di incertezza e talvolta di smarrimento, non vi è per lo più un rifiuto preconcetto della componente religiosa dell’esistenza.

Prosegui la lettura 'Catechismo degli adulti'»

Panorama Theme by Themocracy