Category: Scout

Incontro del gruppo Scout

commenti Commenti disabilitati su Incontro del gruppo Scout
di , 9 Ottobre 2010

Venerdi 15 Ottobre allo ore 19.00 a San Gerardo si terrà un incontro del gruppo scout con visione di foto e video dei campi estivi .

Campi estivi Scout 2010

commenti Commenti disabilitati su Campi estivi Scout 2010
di , 2 Ottobre 2010

L’estate sta finendo, inizia il nuovo anno Pastorale, mentre gli Scout di Murano si stanno riorganizzando per vivere l’Avventura del nuovo anno ricordando e cercando di condividere con quanti possibile le esperienze vissute ai Campi Estivi.

Anche quest’anno infatti nel mese di luglio i Lupetti e le Lupette di Murano hanno concluso le proprie attività con le Vacanze di Branco con una attività tenutasi in Friuli,  il reparto “Sebastiano Venier” con sette Capi a sostegno ha concluso il suo anno di attività con il campo a Claut (PN),  il noviziato ha invece intrapreso una Route di Servizio a Chivasso (TO) presso un casolare di circa 1000 mq in gestione all’Associazione “Libera” circondato da un ettaro di terreno che rientra fra i beni confiscati alla Mafia.

AGESCI Murano 1

Branco Acque Rapide – Vacanze di Branco 2010

commenti Commenti disabilitati su Branco Acque Rapide – Vacanze di Branco 2010
di , 25 Settembre 2010

Anche quest’anno nel mese di luglio i Lupetti e le Lupette di Murano hanno concluso le proprie attività con le Vacanze di Branco.

“In una calda giornata di luglio 32 baldi e forti giovani del branco Acque Rapide, avendo deciso di aiutare il più famoso mago mai esistito (e chi se non il grande Merlino) nella sua impresa, partirono per la località di Sacchet. Appena arrivati si resero subito conto che in quella piccola frazioncina di montagna si nascondeva un mondo fantastico e tra giochi, prove fisiche, canti, balli e attività d’arte sono stati in grado di aiutare Semola a diventare Re, scoprendo nel corso dei giorni e valorizzando, anche di più, le proprie doti e quelle degli altri, cercando contemporaneamente di correggere i propri difetti”.

Branco Acque Rapide – Vacanze di Branco 2010

“Nel giorno dell’Assunzione, Akela e Kaa (Stefano e Desirè), non ancora sazi di scautismo, si sono  avventurati in un’altra meravigliosa impresa: il Campo di Formazione Metodologica che si è svolto presso la base Scout friulana di Andreis.  “ 

Con grande stupore ci siamo subito accorti che stavamo respirando un’aria speciale, fresca, pulita, e con noi anche tutti gli altri ragazzi/e provenienti dalle più svariate località italiane.  Tra incontri importanti e persone speciali, abbiamo vissuto momenti forti che hanno lasciato segni indelebili nella nostra crescita sia come capi scout che come persone.

Reparto Sebastiano Venier – Campo Scout 2010

commenti Commenti disabilitati su Reparto Sebastiano Venier – Campo Scout 2010
di , 25 Settembre 2010

Anche quest’anno il reparto Sebastiano Venier ha concluso il suo anno di attività con il campo estivo.  Trenta ragazzi della nostra Comunità con sette Capi a sostegno, sono partiti a metà luglio con destinazione Claut (PN) 
Gli scout e le Guide in queste due settimane vivono a contatto con la natura mettendo in pratica tecniche-scout nel tempo e durante l’anno, con lo scopo di diventare protagonisti della loro avventura. 

Siamo partiti insieme a Re Artù ed ai suoi Cavalieri della Tavola rotonda con il sogno di riunire, sotto un unico regno, la Britannia del IV° secolo.  Nei primi giorni le costruzioni di squadriglia e di campo ci hanno fatto costruire i villaggi Bretoni ed il Catello di Camelot, di seguito gli Scout e le Guide hanno appreso nuove tecniche: costruzione degli scudi, fusione dello stagno, la fine arte di affilare i coltelli, la “cucina alla trappeur”.  Non sono mancate le perlustrazioni di terre lontane con usite di Squadriglia e di Reparto, da ricordare (grazie alla collaborazione, al sostegno ed all’impegno competente di alcuni genitori) l’attività-esperienza dell’arrampicata in corda doppia nella palestra di roccia del Vajont.  Poi le Campiadi, il Torneo, i Giochi sull’acqua e la giornata di Festa ci hanno fatto rivivere battaglie, tornei e feste medioevali.  Non è venuta a mancare la degustazione di piatti prelibati grazie alla gara di cucina che ha fatto emergere uno spiccato ed inaspettato talento dei “cucinieri di squadriglia” infine non sono mancate le serate al “Fuoco di Bivacco”. 

 I nostri ragazzi/e scout e guide, abituati ad una vita agiata e piena di confort, sono stati messi duramente alla prova da due settimane di intensa attività e di esperienze che a volte hanno richiesto sforzi superiori al normale.  Sicuramente tutto ciò, aggiunto alla vita quotidiana nella comunità di Squadriglia, al rendersi disponibile al Servire il prossimo vicino e all’accettazione dell’altro/a come persona che arricchisce la nostra vita e non la “disturba”, hanno portato i ragazzi/e del Reparto a comprendere che la “fatica” intesa anche come sforzo si fisico che mentale aita al confronto, alla misura ed all’accettazione dei propri limiti. 

Reparto Sebastiano Venier – Campo Scout 2010

Route di Noviziato 2010

commenti Commenti disabilitati su Route di Noviziato 2010
di , 25 Settembre 2010

Il “Noviziato” è il periodo che ogni scout e guida vivono prima di entrare in una Comunità di servizio come il “Clan”.  Nel 2009/10 questa esperienza è stata vissuta con un gemellaggio fra il nostro gruppo ed il Venezia 1°, che opera nelle zone comprese fra Madonna dell’Orto, San Geremia, San Giacomo dall’Orio e San Silvestro.
L’attività dell’anno, divertente, formativa ed arricchente, si è conclusa con una Route di Servizio in località “Cascina Caccia” a Chivasso (TO).  Si tratta di un casolare di circa 1000 m² circondato da un ettaro di terreno che, rientrando fra i beni confiscati alla Mafia, è stato poi dato in gestione all’Associazione “Libera”  nata per promuovere legalità e giustizia sollecitando la società civile alla conoscenza ed alla testimonianza nella lotta alla illegalità ed alle Mafie.  La nostra settimana si è svolta fra lavoro sul terreno, momenti di formazione e gestione quotidiana del vivere comune (mangiare e pulizie).  Per tutta la route abbiamo avuto la fortuna di avere con noi e per noi la presenza e la guida spirituale di don Paolo, Assistente Diocesano dell’AGESCI Venezia – Isole.
Fra le altre cose, una esperienza che resterà nei nostri ricordi è stata la serata che ha avuto come ospite e testimone il magistrato Giancarlo Caselli (dal 93 al 99 Procuratore della Repubblica presso il tribunale di Palermo, oggi Procuratore Capo a Torino).  Una persona di grande spessore che ci ha portato la sua testimonianza parlando in modo semplice e rispondendo con chiarezza alle domande che una dopo l’altra gli ponevamo.  La cosa ci ha davvero colpiti!  Il Magistrato si è fermato poi a cena con noi… insieme alla sua scorta che lo segue come un’ombra da più di 18 anni! 

Francesca, Gloria, Alex, Beniamino e Chiara. 

Route di Noviziato 2010

Thinking day

commenti Commenti disabilitati su Thinking day
di , 21 Febbraio 2010

Come ogni anno arriva la fine di febbraio, ed il giorno 22 tutti gli scout e le guide del mondo celebrano il “Thinking day” ovvero la giornata del ricordo, ricordo della data di nascita di Sir Robert Baden Powell e di sua moglie Olave.  Per questa riflessione chiediamo aiuto ad alcuni articoli della legge scout:

  • La guida e lo scout si rendono utili ed aiutano gli altri,
  • La guida e lo scout sono amici di tutti e fratelli di ogni altra guida e scout,
  • La guida e lo scout sono laboriosi ed economi.

Questi tre articoli interpretano lo spirito e lo stile che gli scout si prefiggono nella relazione tra le persone, in questo periodo non facile dal punto di vista valoriale, sociale ed economico.  Lo spirito di servizio, la solidarietà e la fratellanza, l’attenzione ed iol rispetto per l’uso delle cose, l’essenzialità e l’attitudine “al fare”, rappresentano di per sé importanti fattori per vivere la proposta scout.

Baden Powell nel suo ultimo messaggio ci ricorda: “Credo che il Signore ci abbia messo in questo mondo meraviglioso per essere felici e godere la vita. Il vero modo di essere felici è quello di procurare la felicità agli altri” e conclude “La felicità non dipende dalla ricchezza né dal successo nella carriera, né dal cedere alle proprie voglie”.

Anche noi crediamo nel Signore che ci invita alla fratellanza, una fratellanza che si possa vivere e manifestare nell’aiuto reciproco, nell’attento e discreto interesse verso chi ha problemi e per questi si isola e non partecipa alla vita sociale e comunitaria. In questo momento di difficoltà sociali, di mancanza di valori e di sicurezze economiche, è importante stare vicini ai giovani, incoraggiarli ad avere fiducia nel domani, ad impegnarsi per essere capaci di superare la precarietà che affligge il nostro tempo e puntare sul proprio futuro con occhi di speranza e di coraggio.

Dall’unità alla Comunità Pastorale

commenti Commenti disabilitati su Dall’unità alla Comunità Pastorale
di , 15 Novembre 2009

Un’altra tappa del cammino: “Fare della Chiesa la casa e la scuola della comunione“: ecco la grande sfida che ci  sta davanti nel millennio che inizia, se vogliamo essere fedeli al disegno di Dio e  rispondere anche alle attese profonde del mondo.  (Giovanni Paolo II) 

Il 4 novembre u.  s.  alcuni di noi hanno risposto all’invito di don Carlo a partecipare alla seconda ASSEMBLEA  dell’UNITA’ PASTORALE di Murano.  Eravamo 21 [come ha notato uno dei presenti evidenziando, poi, che 18 erano di San Donato e 3 di San  Pietro ed invitando alla riflessione], eppure l’invito, fatto attraverso il notiziario Communio e durante tutte le  S.  Messe, era per tutti. 

Forse non era chiaro, perciò lo ridiciamo: TUTTI possono partecipare all’Aassemble dell’Unità Pastorale,  chi svolge un servizio pastorale e chi no, chi appartiene a gruppi [sposi, d’ascolto, AGESCI … ] e chi  no, giovani [graditissimi!!!  ], adulti e “non più giovani” …  Il treno è partito, ma si può salire anche alla prossima stazione. 

Che cosa è stato fatto?  Abbiamo letto insieme i paragrafi 42.  43.  44 della Lettera apostolica Novo Millennio Ineunte di Giovanni  Paolo II.  Le parole del papa ci hanno ricordato che tutto quello che facciamo “non può non ispirarsi al comandamento  nuovo [… ] «come io vi ho amato, così amatevi anche voi gli uni gli altri»” e che prima di programmare iniziative  concrete e, a volte, fine a se stesse, “occorre promuovere una spiritualità della comunione, facendola  emergere come principio educativo“. 

Liberamente, poi, sono state offerte considerazioni e riflessioni personali.  Come potete ben capire, niente di clamoroso.  Nessuno di noi è andato in cerca “di cose grandi e superiori alle proprie forze” – come dice il Salmo 131 -,  ma ciascuno, con serenità e semplicità, ha applicato “l’arte del piccolo passo”.  Forse perché consapevole che un passo dopo l’altro verso la mèta è molto più efficace di una corsa sfrenata  e sfiancante.  Il futuro non ci deve spaventare e il presente va affrontato con fiducia, passione e vitalità perché abbiamo  un passato colmo di doni, di grazie e di bellezza. 

Gli appuntamenti prossimi che ci vedranno tutti impegnati saranno:  ·  Il tempo di Avvento, dove abbiamo pensato di celebrare con semplicità i Vesperi della Domenica e le  lodi alle 7.  30 del mattino dei giorni feriali, secondo un calendario che troveremo su Communio,  ·  Un triduo di preparazione alla Festa di san Nicolò che celebreremo venerdì 4 dicembre alle 17.  30 a  San Donato.  Il Triduo lo vivremo nelle serate del 1-2-3 dicembre alle 21 in Chiesa a San Donato.  Rimangono poi tutti gli appuntamenti di catechesi e di vita comunitaria già in atto. 

La prossima Assemblea sarà a San Pietro giovedì 16 dicembre alle 21.00.

Convegno nazionale “Sinodo dei Magister”

commenti Commenti disabilitati su Convegno nazionale “Sinodo dei Magister”
di , 15 Novembre 2009

Sinodo dei Magiisterlo e Margherita, come responsabili della Comunità MASCI di Murano (Adulti Scout) abbiamo partecipato lo scorso fine settimana al Convegno nazionale “Sinodo dei Magister” che si è svolto ad Alghero (SS). 

Vorremmo con queste poche righe portare a conoscenza, della nostra Comunità Pastorale di appartenenza, di quanto di bello è stato elaborato, discusso e programmato nel corso del Convegno…  Il MASCI ha come proprio metodo l’educazione permanente a tutto campo, gli Adulti Scout animati dalla fede in Gesù Cristo e dall’appartenenza alla sua Chiesa, tendono all’educazione complessiva della persona.  Le direttrici che il Movimento oggi propone sono il “Fare Strada”…  I temi di discussione e confronto si sono sviluppati intorno a tre filoni mi limito a segnalare una riflessione per argomento, disponibile, per chi voglia, ad approfondire il tutto nel corso degli incontri che svolgiamo bisettimanalmente.

 Nel cuore (come luogo intimo, coscienza, luogo delle scelte) si è parlato di fede, di fede adulta.  Sia il relatore che l’Assistente Nazionale Padre Francesco Compagnoni hanno evidenziato l’annacquamento della proposta forte ed ispirata donataci dallo Spirito del Concilio Vaticano 2°, si sta perdendo di vista il messaggio profetico rivolto dalla Chiesa all’Uomo (Gaudium et Spes – art 2) con amore paterno verso dei figli ingrati e peccatori come siamo tutti noi.  Da questo l’indirizzo di proporre nei nostri singoli e rispettivi ambienti una rilettura ed una riscoperta dei documenti del S.  S.  Concilio che i Vescovi ci hanno consegnato, per meglio comprendere e rendere viva, oggi, la Parola di Dio, primo ed unico riferimento per aderire il meno indegnamente possibile alla Chiesa di Cristo. 

Nel creato (lo scout ama e rispetta il creato) si è parlato di come l’educazione scout “permanente” ci porti alla conoscenza, per poter sentirsene parte, dell’opera di Dio, opera che non si è limitata solo alla natura, ma che è stata completata con la creazione dell’Uomo, fatto a Sua immagine e somiglianza. 

Nella città (educazione al servizio, alla politica come appartenente ad una città) si è parlato della finalità del metodo scout ideato da Lord Robert Baden Powell più di cento anni fa, ovvero la formazione del “Buon Cittadino”.  Allora per buon cittadino si intendeva la persona che attraverso una scelta di fede, di appartenenza e di esperienza acquisita attraverso “piccole buone abitudini quotidiane”, avrebbe potuto inserirsi all’interno della società espressione della cultura dominante. 

Da questo la proposta di proseguire ed arricchire la partecipazione e la presenza degli Adulti Scout nelle varie espressioni della società civile, partecipazione al Servizio di….  e non, come troppo spesso succede, per Servirsi di…  Quando un bambino vive una bella esperienza, rientrando a casa monopolizza i genitori raccontando loro tutte le cose belle che gli sono accadute.  Con lo stesso spirito di semplicità e di gioia, ma da adulti, abbiamo pensato di portare a conoscenza di tutti voi, quello che di bello, gioioso e formativo, abbiamo appreso in questi giorni, ringraziando il Signore per averci donato la Fede e per averci dato la possibilità di vivere e crescere nella Chiesa locale di Murano, per poterci aprire poi agli altri, in questo caso ai fratelli Adulti Scout di tutta Italia. 

Bepi

Mostra fotografica 90 anni AGESCI Murano

commenti Commenti disabilitati su Mostra fotografica 90 anni AGESCI Murano
di , 14 Novembre 2009

Mostra fotografica AGESCi

Venerdi 13 Novembre 2009 è stata inaugurata presso il Palazzo Da Mula una mostra di foto storiche dei gruppi Scout di Murano, che sono giunti al 90° anno di onorata attività. 

Il corpo centrale della mostra è visitabile fino al 22 Novembre a Palazzo Da Mula, ed altro materiale fotografico sarà esposto per le strade su appositi tabelloni.

90° del gruppo AGESCI Murano

di , 31 Maggio 2009

Domenica 14 giugno  2009 si festeggerà il 90° anno del gruppo Agesci di Murano.
A San Pietro  Santa Messa al campo alle ore 9.00
Quindi festa tutto il giorno

Panorama Theme by Themocracy