Chiamati ad una spiritualità di Comunione

di , 26 Settembre 2009

“Fare della Chiesa la casa e la scuola della comunione: ecco la grande sfida che  ci sta davanti nel millennio che inizia, se vogliamo essere fedeli al disegno di Dio  e rispondere anche alle attese profonde del mondo.  Che cosa significa questo in concreto?  Anche qui il discorso potrebbe farsi immediatamente  operativo, ma sarebbe sbagliato assecondare simile impulso.  Prima  di programmare iniziative concrete occorre promuovere una spiritualità della comunione,  facendola emergere come principio educativo in tutti i luoghi dove si  plasma l’uomo e il cristiano, dove si educano i ministri dell’altare, i consacrati,  gli operatori pastorali, dove si costruiscono le famiglie e le comunità.  Spiritualità  della comunione significa innanzitutto sguardo del cuore portato sul mistero della  Trinità che abita in noi, e la cui luce va colta anche sul volto dei fratelli che ci  stanno accanto.  ” (Giovanni Paolo II) 

Queste le parole con cui il vescovo ausiliare mons.  Beniamino, ci aiutato a scoprire il dono,  che la Diocesi offre alle comunità cristiane della nostra diocesi, con la proposta della  Comunità’ Pastorale.  Ci ha indicato le coordinate per poterla, un giorno, realizzare anche  qui a Murano. 

Ora tocca a noi

Con questa domenica riprendiamo il cammino, e lo stile che vogliamo assumere per viverlo  e quello della Spiritualità di Comunione, vale a dire scoprire che nell’altro, qualsiasi esso  sia, posso incontro Dio nella sua Trinità, cioè quel mistero di Comunione che racconta il  Signore nella storia.  Questa comunione è il fondamento di qualsiasi comunità sia quella  della famiglia, del gruppo, della parrocchia, della Diocesi, della Chiesa.  Il Papa ci dice che  sarebbe bello che questa comunione si imparasse e si insegnasse nella Chiesa, ed è questo  quello che iniziamo a vivere da oggi. 
Sperando che la nostra Chiesa di Murano possa diventare “la casa e la scuola della comunione“,  proponiamo ora i vari cammini di fede: 

  • L’iniziazione cristiana dei Bambini: con la Catechesi Biblica Simbolica per Arcobaleno 2 e  3 e Mamre 4 e il catechismo “tradizionale” per Mamre 5 e i gruppi Sichem 1-2-3
  • Il  post Cresima: con il cammino per i giovanissimi e giovani del Kairòs
  • La Catechesi degli adulti: con i Giovedì degli Adulti che si aprirà con l’adorazione e si  chiuderà con la penitenziale. 
  • I Gruppi di Ascolto, con le 12 icone che li accosteranno al Libro dell’Esodo. 
  • I Gruppi sposi, che mensilmente approfondiranno il dono dell’Amore sponsale e  dell’essere famiglia cristiana. 
  • E ancora il Cammino di formazione al Matrimonio Cristiano e gli incontri di preparazione  al Sacramento del Battesimo

Accanto a questi cammini di fede ci sono le esperienze dell’Agesci, le occasioni di incontro  per gli Anziani, il NOI del Patronato per l’animazione del tempo libero. 
A tutti auguro di cuore di trovare nelle nostre comunità “la casa e la scuola della comunione”. 

Don Carlo

I commenti non sono attivi

Panorama Theme by Themocracy