11 novembre Festa di S. Martino … Impariamo a donare

di , 7 Novembre 2008

Per comprendere quest’antica festa che si celebra l’11 novembre bisogna ricordare la vita del santo e la famosa leggenda che si lega al suo nome.  Martino di Tours è il santo più popolare che la Francia abbia avuto nell’antichità e nel Medio Evo; fu il primo padre del monachesimo e grande apostolo delle Gallie.

Nacque nel 316 d.c. a Sabaria in Pannonia. Figlio di un tribuno militare pagano, a quindici anni si arruolò nella guardia imperiale a cavallo.  A diciott’anni ad Amiens in Francia, avendo scorto un poverello intirizzito dal freddo che si appellava al buon cuore dei passanti, divise in due con un colpo di spada il suo mantello militare e ne diede metà al povero,  provocando così a seguito di quest’atto di carità, un breve miracoloso miglioramento del clima:”Estate di S. Martino”.

Fu battezzato ad Amiens lo stesso anno. Martino conobbe il cristianesimo frequentando di nascosto le assemblee dei cristiani. Le cronache narrano di lui come un uomo di straordinaria umiltà e carità, doti che sono alla base delle leggende che si raccontano sulla sua vita, tra cui, oltre a quella famosa del mantello, anche quella che narra come Martino trattasse il suo attendente militare alla pari di un fratello, tanto da tenergli puliti i calzari. Lasciò il servizio militare essendosi rifiutato di combattere contro i barbari ed iniziò studi teologici.

Martino ottenuto dall’Imperatore l’esonero dal servizio militare si recò a Poiters dove fu consacrato diacono e poi ordinato sacerdote dal vescovo S.Ilario. Dopo dieci anni fu eletto a voce di popolo Vescovo di Tours il 4 luglio 371. Diede notevole impulso alla vita monastica e nel 372 fondò la prestigiosa Abbazia di Marmotier, dove accorsero monaci, chierici e vescovi santi. Martino provvide alla conversione delle campagne pagane ; accompagnato dai suoi monaci, intraprese regolari spedizioni missionarie nelle quali predicava, convertiva, distruggeva i templi sostituendoli con chiese e introdusse le festività cristiane. Martino morì a Candes 11/11/397 e fu poi sepolto nella cattedrale di Tours. Con ciò praticamente incominciava il culto di questo grande santo, che divenne popolarissimo in tutto l’Occidente ed anche in Oriente. In Francia, Italia, Spagna, Inghilterra furono intitolate a lui chiese e parrocchie.

In Francia S. Martino è il primo patrono della nazione.
Per chi desidera a San Pietro facciamo Festa Martedì alle 19.30 Iscrizioni al n 333-5809590

I commenti non sono attivi

Panorama Theme by Themocracy