Rallegratevi !

di , 12 Dicembre 2010

 Rallegratevi sempre nel Signore: ve lo ripeto, rallegratevi,  il Signore è vicino.  (Fil 4,4.5) 
Sabato scorso quando ho sentito il Patriarca Angelo al telefono che mi diceva che non sarebbe venuto,  lo ammetto, ho avuto un attimo di smarrimento.  “E adesso, mi sono chiesto, tutto è pronto, tutti preparati  a questo appuntamento e come Guido D’Alpaos nei saluti a San Nicolò ci ha sottolineato, imparata quasi  a memoria la preghiera della visita Pastorale, cosa fare?  Sono bastate alcune telefonate e un invio di  tanti messaggi, alcuni nemmeno arrivati, e la notizia velocemente si è diffusa per l’isola.  Una notizia che  ha lasciato tutti mortificati, ma che ora ci chiede di proseguire nel cammino.  E’ vero che il Signore voleva metterci alla prova se siamo pronti, come ci invita questo tempo di avvento,  a saper accogliere il suo venire, che in questa occasione è stata la mancata presenza del Patriarca. 

Avevamo,  forse, dato molto impegno all’organizzazione, per altro importante, e alle cose tecniche.  Ora, che abbiamo questo tempo in più, lasciamo spazio ad una preparazione interiore e spirituale attraverso  la preghiera, i sacramenti e la carità fraterna.  Preghiera per chiedere al Signore di saper ascoltare  il Pastore che viene a confermarci nella fede; i sacramenti perché abbiamo bisogno di essere sostenuti  nel cammino che saremo chiamati a vivere seguendo il nostro Pastore: carità fraterna, per rendere concreta  questa Parola di Dio che il Patriarca Angelo verrà ad annunciarci con amore.  Ecco allora, Rallegriamoci, come ci invita questa terza domenica di avvento, perché abbiamo  un’opportunità nuova per poter convertire il nostro cuore a Dio, per far posto al Signore che viene, per  vivere da suoi figli in modo autentico.  Non lasciamo passare le occasioni che abbiamo e che ci saranno, dalle lodi all’adorazione, dalle preparazioni  delle liturgie alla domenica della carità, vivendo una messa feriale, per poter gioire davvero per  tutto l’amore che il Signore ci viene a donare, oggi, domani, sempre. 

Don Carlo

I commenti non sono attivi

Panorama Theme by Themocracy