Un anno con il Beato Daniele de Ungrispach

di , 1 Gennaio 2011

Ricorre in questo 2011  il 600° anniversario  della morte del Beato Daniele. 
La figura di questo “Beato” è stata recuperata  qualche anno fa –  esattamente nel 2000  da don Giuseppe Camillotto e da Gabriele  Mazzucco – in occasione di una mostra a lui  dedicata.  In effetti il Beato era conosciuto dai Muranesi  quasi esclusivamente per essere “una  punizione” ai tempi della scuola delle suore,  quando si veniva portati nella chiesetta del  giardino per guardare il corpo del Beato  Daniele.  Vorremo però quest’anno riscoprire la vita  e l’esperienza di credente e testimone di  Daniele d’Ungrispach. 

Mossi da questo desiderio da tempo si costituito  un comitato per promuovere delle iniziative che presentino la vita e le opere del “beato”.  Questo comitato coinvolge tutte le città e i luoghi che hanno visto svolgersi la vita e la attività di  questo uomo che si dedicò a Dio senza mai essere un monaco, e si impegnò per il bene comune come  podestà (sindaco).  Cormons , Pordenone, Varmo, Gorizia, Murano, saranno i luoghi concreti dove si vivranno iniziative  spirituali, liturgiche e culturali per riscoprire la grandezza dell’esperienza di questo uomo di Dio,  che venne ucciso qui a Murano, presso il convento di San Mattia nel 1411, luogo alui molto caro per  vivere con intensità il suo incontro col Signore.  Nelle pagine seguenti oltre ad una presentazione del “Beato” presento il programma di massima delle  celebrazioni. 

Don Carlo

I commenti non sono attivi

Panorama Theme by Themocracy