Propositi per la seconda settimana d’Avvento

di , 5 Dicembre 2008

Innanzitutto il consumismo sfrenato rischia di farci perdere il vero senso del Natale, il vero dono è il Figlio mandato dal Padre. Invece, i negozi rimangono aperti anche di domenica e man mano che si avvicina il Natale, sale la febbre dei regali.  Cosi, ciò che dovrebbe essere un momento di riflessione per accogliere l’Emmanuel che sta per venire, si trasforma in un via vai continuo alla ricerca di tanti doni da comprare.

Forse qualche regalo bisogna pur farlo, ma attenzione, scegliamo un dono che regali dignità e non sfruttamento, giustizia e non oppressione Regalare un piccolo sorriso a quanti incontriamo lungo la nostra “strada” è veramente poco costoso ma rende veramente felice chi lo riceve e regala gioia a chi lo dona… Quanti Gesù ogni giorno nascono poveri e sono costretti a vivere ai bordi di una strada? Perché non iniziare da questo Natale un costante servizio ai poveri della propria città?

Avete mai pensato di destinare l’intera somma per i regali di Natale in uno dei tanti progetti della POIM donando ai vostri amici un bigliettino augurale che spieghi come sono stati usati i soldi per i loro regali? Beh questa è la volta buona per impegnarsi sul serio!

Ma ancora si potrebbe semplicemente aggiungere un posto a tavola proprio la sera del grande cenone, invitando un vicino che purtroppo e rimasto solo…  Oppure si potrebbe destinare quanto spendereste per una persona per quella cena per un progetto di solidarietà.

I commenti non sono attivi

Panorama Theme by Themocracy