Tu sei bellezza

di , 2 Aprile 2011

Dall’Angelus di Benedetto XVI di domenica 20/02/2011

…  In che modo possiamo imitare Gesù?  Gesù stesso dice: «Amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano,  affinché siate figli del Padre vostro che è nei cieli» (Mt 5,44-45).  Chi accoglie il Signore nella propria vita e lo ama  con tutto il cuore è capace di un nuovo inizio.  Riesce a compiere la volontà di Dio: realizzare una nuova forma di esistenza  animata dall’amore e destinata all’eternità.

L’apostolo Paolo aggiunge: «Non sapete che siete tempio di Dio e  che lo Spirito di Dio abita in voi?  » (1 Cor 3,16).  Se siamo veramente consapevoli di questa realtà, e la nostra vita ne  viene profondamente plasmata, allora la nostra testimonianza diventa chiara, eloquente ed efficace.  Un autore medievale  ha scritto: «Quando l’intero essere dell’uomo si è, per così dire, mescolato all’amore di Dio, allora lo splendore della  sua anima si riflette anche nell’aspetto esteriore» (Giovanni Climaco, Scala Paradisi, XXX: PG 88, 1157 B), nella totalità  della vita.  «Grande cosa è l’amore – leggiamo nel libro dell’Imitazione di Cristo –, un bene che rende leggera ogni  cosa pesante e sopporta tranquillamente ogni cosa difficile.  L’amore aspira a salire in alto, senza essere trattenuto da  alcunché di terreno.  Nasce da Dio e soltanto in Dio può trovare riposo» (III, V, 3)…

Queste parole del Papa ci spronano ad un cammino di conversione più intenso che questa settimana viene sostenuto  dalla tre giorni “tu sei bellezza” animata dalle Suore missionarie Francescane di S.Maria degli Angeli (Assisi), non manchiamo. 

I commenti non sono attivi

Panorama Theme by Themocracy