11 Settembre 2011, una data particolare

di , 10 Settembre 2011

La data di questa domenica è piena di significati per noi cristiani del Patriarcato di Venezia, infatti è la prima  domenica che siamo senza il Patriarca Angelo, ormai Arcivescovo di Milano.  E’ la prima domenica che ci trova  ad attendere con speranza e trepidazione il nuovo Patriarca, e quindi a pregare con intensità il Signore  che ci mandi un Pastore che raccolga quanto il Signore ha compiuto con il Patriarca Angelo.  «Che bella Chiesa locale è la Chiesa di Venezia.  Realmente è un luogo di pluriformità nell’unità»…  «Una Chiesa ben radicata in Marco, nei suoi successori, in san Lorenzo Giustiniani, nei grandi papi  santi e beati, nei patriarchi che ci hanno preceduto, nei tanti santi che hanno vissuto nella nostra terra  e hanno seminato i carismi del rinnovamento della vita».  Si incrina la voce quando cita anche «i  nostri cari che ci hanno già preceduto all’altra riva».  «Nessun distacco è propriamente un distacco.  Nessuna partenza è una partenza per chi è incamminato  verso un’unica meta: Cristo nostra vita, Cristo tutto in tutti».  Queste parole che ci ha rivolto il Card.  Angelo sono come il passaggio di testimone al nuovo Patriarca, e questo testimone è affidato a noi perché ci  facciamo testimoni di quanto abbiamo vissuto con lui in questi anni, e annunciamo la bellezza di ciò che il  Signore ha compiuto con noi.  Questa domenica significa anche la ripresa del cammino delle nostre comunità cristiane, cammino che non  si è mai interrotto, ma si è rallentato durante l’estate.  L’eucarestia domenicale e quotidiana, l’adorazione permanente,  le feste parrocchiali, i campi scouts, la partecipazione alla Giornata mondiale della Gioventù di un  gruppetto dei nostri giovani, hanno segnato il cammino, assieme alle “doverose” ferie, l’estate.  Ora riprendiamo la strada, spronati proprio dalle parole del Patriarca Angelo.  Si ricomincia…  il gruppo NOI del patronato si è ritrovato per rilanciare le iniziative del “Patronato Aperto” con  nuove opportunità per vivere il tempo libero per le famiglie e i ragazzi.  Lunedì si ritroveranno i catechisti per  organizzare il cammino del nuovo anno.  Poi l’Assemblea Pastorale che farà comunione di tutte le particolari  inziative, e così partiranno tutte le varie esperienze che ci aiutano a camminare con fedeltà nella vita cristiana,  che si modula ogni giorno: “nella Rigenerazione del popolo cristiano perché sia tutto teso alla missione,  attraverso comunità dalla appartenenza forte.  Infatti libertà vera non è rottura o assenza di legami, al contrario  è frutto di legami forti e duraturi.  Nella Formazione di cristiani adulti, capaci di dare ragione della propria  speranza (1Pt 3,15).  Nell’ Educazione al gratuito.  Nell’apertura alle dimensioni del mondo (missione) che  giunge fino a farsi carico dell’annuncio di Cristo a tutti i popoli ed affronta, in modo responsabile, con tutti gli  uomini i bisogni della società civile locale, nazionale e mondiale” (patriarca Angelo).  Don Carlo

I commenti non sono attivi

Panorama Theme by Themocracy