Venezia rinnova il voto alla Madonna della Salute

di , 19 Novembre 2011

In attesa del nuovo Patriarca Venezia si appresta a rinnovare, in questi giorni, l’annuale pellegrinaggio cittadino alla Madonna della Salute. La festa – da sempre molto sentita ed accompagnata da una foltissima partecipazione popolare – risale a quasi quattro secoli fa, nel 1630, quando la Repubblica Serenissima fece voto di erigere una nuova chiesa – intitolata a “S. Maria della Salute” e affidata per la costruzione al Longhena – a conclusione della terribile pestilenza che minacciava di distruggere la città lagunare. Con il Patriarcato di Venezia tuttora “sede vacante” e in attesa della nomina del nuovo pastore che succederà al card. Angelo Scola, sarà l’Amministratore apostolico mons. Beniamino Pizziol a presiedere la messa solenne di lunedì 21 novembre, alle ore 10.00, nella Basilica della Salute a Venezia mentre a guidare il pellegrinaggio diocesano dei giovani in programma la sera di domenica 20 novembre, da S. Marco alla Salute, interverrà il vescovo di Concordia – Pordenone mons. Giuseppe Pellegrini. “Svolta obbligata… tornarono in cerca di Lui (Lc 2,45)”: domenica 20 novembre, dalle 18.00 e con ritrovo nella basilica di S. Marco, il pellegrinaggio dei giovani con mons. Giuseppe Pellegrini, vescovo di Concordia – Pordenone. “Svolta obbligata”: è il motto sintetico che la Pastorale giovanile diocesana ha scelto per l’edizione 2011 del pellegrinaggio alla Salute che si terrà la sera di domenica 20 novembre e che mette a te la necessità e l’urgenza di “ritornare a Gesù”. A guidare il pellegrinaggio sarà mons. Giuseppe Pellegrini, vescovo di Concordia – Pordenone e delegato triveneto alla Pastorale giovanile, in passato anche vicario generale nella diocesi di Verona e direttore dell’Ufficio nazionale cooperazione missionaria della Cei. “Fa sempre da sfondo, negli appuntamenti di quest’anno della Pastorale giovanile, il tema della strada e del camminare, tratto dal brano evangelico dei discepoli di Emmaus che il Papa ha commentato a maggio nel Parco di S. Giuliano”, spiega il coordinatore della Pastorale giovanile don Renato Mazzuia.

E richiamando il brano evangelico del ritrovamento di Gesù dodicenne nel tempio tra i dottori della Legge (Lc 2,45), il pellegrinaggio di quest’anno vuole evidenziare che la “svolta obbligata” non è tanto “un essere costretti a fare qualcosa ma la consapevolezza che servono delle svolte nella nostra vita; e che queste svolte devono riportare a Cristo. I giovani spesso non hanno resistenze nei confronti della fede; ma a volte quello che manca è il protagonista, Gesù». Il percorso del pellegrinaggio prevede l’appuntamento per tutti alle ore 18.00 di domenica 20 novembre nella basilica di S. Marco; alle 18. 30 sarà lanciato il tema, attraverso alcuni video, e dopo un momento di preghiera è previsto il primo intervento di mons. Pellegrini. Attorno alle 19. 30 si lascerà la cattedrale per raggiungere, attraverso il ponte votivo sul Canal Grande, la basilica della Salute dove – dalle ore 20.00 circa – ci sarà quindi un altro intervento del vescovo Pellegrini, la preghiera di affidamento a Maria e la benedizione finale. Lunedì 21 novembre – giornata della festa liturgica della Madonna della Salute – alle ore 10.00 si terrà nella basilica veneziana della Salute l’appuntamento religioso più importante: la solenne concelebrazione eucaristica presieduta dall’Amministratore apostolico mons. Beniamino Pizziol alla presenza del Capitolo metropolitano, dei sacerdoti e dei fedeli veneziani nonché delle varie autorità cittadine (civili e militari). Il calendario delle celebrazioni nella Basilica della Salute sono esposte nel cartello fuori della Chiesa

I commenti non sono attivi

Panorama Theme by Themocracy