Incontro di spiritualità per Ministri Straordinari della Comunione.

di , 14 Dicembre 2013

comunione1Si è svolto oggi a Zelarino presso il Centro Pastorale Diocesano “Card. Urbani” l’incontro prenatalizio di spiritualità e formazione rivolto ai Ministri Straordinari della nostra Chiesa Veneziana. L’Unità Pastorale di Murano, vi ha partecipato con la presenza di coloro che nelle parrocchie della nostra Isola svolgono ormai da parecchi anni questo servizio ai malati e agli anziani, che si trovano nelle nostre case e che non possono per ragioni di salute partecipare alla S.Messa Domenicale. Il tema proposto dall’Ufficio Liturgico Patriarcale aveva come titolo “mistero e meraviglia” per aiutarci e predisporci alle celebrazioni e alle visite nelle case in vista del santo Natale. Dopo la recita delle Lodi, che ci ha visto tutti accomunati nella preghiera al Signore, Mons. Orlando Barbaro delegato del Patriarca ci ha commentato il brano del Vangelo di Luca riguardante l’annuncio rivolto ai pastori da parte degli angeli”nella Notte Santa del Natale”. Mons. Barbaro, nelle sue riflessioni ci ha invitato a “stupirci” come i pastori “di quell’annuncio inaspettato e carico di mistero”, un annuncio subito rivelato nella scoperta “di quel Bambino in fasce, deposto nella mangiatoia”.

Voi, (ha continuato) siete stati chiamati dal Vescovo, che Ignazio di Antiochia chiama “Angelo”, a svolgere un ministero nella Chiesa, quello di portare ai fratelli, soprattutto ammalati, anziani, infermi il Corpo di Gesù, ora vi chiedo: Come vivete questo ministero? Siete ancora capaci di meravigliarvi di fronte a questo mistero che è “l’eucarestia” e che Gesù ci ha lasciato prima di congedarsi da questo mondo? La capacità di meraviglia nasce da un cuore puro, semplice che si pone di fronte ai fratelli con la semplicità e la generosità dei pastori, di chi sa scorgere nelle cose normali e quotidiane i segni di una presenza capace di ridare speranza. Ed è con questa parola “speranza” che Mons. Barbaro ha voluto incoraggiarci nel nostro “servizio di carità”.

Siate portatori di “Speranza e dell’Amore di Gesù “come i Pastori di Betlemme “Testimoniate e Glorificate Dio” per tutto quello che avete “visto e sperimentato nella vostra vita cristiana”. La giornata ha poi continuato con la Celebrazione della S.Messa, il pranzo e la conclusione finale con la verifica e lo scambio di esperienze personali. Nel congedarci, Mons. Barbaro ci ha invitato a portare agli ammalati e a tutti i fedeli gli Auguri di Buon Natale da parte sua e del Patriarca Francesco, affinchè la “Nascita del Salvatore” sia motivo di gioia di serenità e di pace per ogni uomo che egli ama.

I commenti non sono attivi

Panorama Theme by Themocracy