BETAO DANIELE

di , 15 Maggio 2015

93527 danieleRicco commerciante della Carinzia, avendo nei suoi frequenti viaggi a Venezia contratto amicizia coi Camaldolesi di San Mattia di Murano, dei quali spesso era ospite, chiese di essere aggregato al loro monastero in qualità di oblato. Per vent’anni visse con quei religiosi, godendo della più ampia libertà per attendere ai suoi negozi. Una notte, mentre riposava nella sua camera, fu aggredito da alcuni assassini che lo strangolarono (1411). Sepolto, il suo corpo, ritrovato incorrotto, fu trasferito in chiesa ed esposto alla pubblica venerazione. Come comunità Muranese siamo stati invitati a recarsi nei luoghi in cui viene venerato. Per tanto a Settembre organizzeremo un pellegrinaggio a Pordenone per conoscere e condividere la stessa venerazione per il Beato Daniele

I commenti non sono attivi

Panorama Theme by Themocracy