Torna il carnevale di Murano

di , 14 Febbraio 2009

Domenica 22 Febbraio 2009  torna il “Carnevale di Murano”, a cui tutti sono invitati.

  • Ore 09:00: Messa a San Pietro
  • Ore 10:15:  Ritrovo in Campo San Stefano
  • Ore 10:30:  Partenza della sfilata in maschera per le rive di Murano. Le barche del “Gruppo remiero Murano” in collaborazione con il “Centro Musica” seguiranno la sfilata con addobbi carnevaleschi e supporto musicale.
  • Ore 11:45  Conclusione della sfilata in campo San Donato e successiva assegnazione del titolo di “Miss Frittola 2009

 

Bando per la partecipazione al concorso “Miss Frittola 2009”
Ogni signora / signorina (ma anche signori !) che desidera partecipare al concorso dovrà portare un kilo di frittelle (o 20 frittelle)  in Casa Sacro Cuore entro le ore 10:30 di Domenica 22 Febbraio, dove un gruppo di esperti “valuterà” e premierà “la fritola piu bona de Muran

Le "Fritoe" venezianeStoria e Ricetta dee “fritoe”
Indiscussa regina dei dolci veneziani, la frittella, o meglio “ea fritoa”, si presta a vivere, con il Carnevale, il suo momento magico. Da sempre considerata il dolce nazionale della Repubblica Serenissima, “gustata” non solo a Venezia, ma in tutto il territorio veneto friulano, fina quasi alle porte di Milano, “ea fritoa” veniva prodotta esclusivamente dai fritoleri, che quasi a sottolineare questa loro ufficialità, nel ‘600 si costituirono in associazione. Anche se l’autentica frittella rimane comunque quella veneziana, in tutto il Veneto si diffusero ricette locali, dove troviamo quelle confezionate con frutta immersa nella pastella o con fiori o con ortaggi, in alcuni casi perfino con erbe spontanee di prato e di monte e ancora con il riso e la polenta.

Descrizione della ricetta originale

Ingredienti:
farina bianca “00”, uvetta sultanina, zucchero, uova, latte, lievito di birra, zucchero vanigliato, sale, olio di semi, aromi (buccia di limone o arancio)

Preparazione:
Mescolare in una terrina la farina con latte, uova e zucchero, facendone un impasto abbastanza tenero – aggiungere un pizzico di sale – un po’ di lievito di birra – uva sultanina bagnata ed infarinata e si rimesta molto bene cercando che tutto si amalgami – lasciare lievitare il composto, coperto con un tovagliolo, in un luogo tiepido, per alcune ore. Lavorare di nuovo il composto, aggiungendo, se occorre, un po’ d’acqua per avere un impasto fluido. Versare a cucchiaiate l’impasto in una padella con molto olio bollente, e quando si rapprende, voltarlo con una schiumarola fino a che prende un color marrone chiaro. Quando pronte, levarle con una schiumarola, posare su una carta assorbente, servendole a cupola su un piatto, coperte da un velo di zucchero vanigliato.

L’evento è in partecipazione con la Municipalità Venezia-Murano-Burano (delegazione di zona di Murano) ed il Gruppo Scout “Murano 1”

I commenti non sono attivi

Panorama Theme by Themocracy