Tag articolo: Catechesi

Il Presepio parlante

commenti Commenti disabilitati su Il Presepio parlante
di , 17 Dicembre 2011

Domenica 18 Dicembre alle ore 16.30 in Basilica dei SS.Maria e Donato i bambini dei gruppi di catechesi Arcobaleno & Mamre vi invitano alla sacra rappresentazione “Presepio Parlante, PreghieRime sul Natale” per contemplare con semplicità il presepio ed i suoi protagonisti.

Il mistero del Natale è la storia più bella che possiamo raccontare ai bambini e non solo.  E così, tra le rime, molte voci diverse fanno risuonare la Notte Santa, cercando di svelare la novità  meravigliosa che solo un Dio pazzo d’amore poteva inventare.  Si darà voce ai tanti testimoni di quel evento: dalla Sacra Famiglia all’asino e al bue, dai Magi  alla stella cometa, ai pastori e a molti altri.  rendendo con parole semplici ma accattivanti la  ricchezza e i valori di questo mistero, avvicinando tutti a un racconto che diventa preghiera di  vita quotidiana.  Dentro il percorso di catechesi con questa attività si è sfociati così in una delle  feste più importanti per noi cristiani.  Ringrazio le catechiste e tutte le persone che hanno prestato il loro “servizio” e si sono messi a  disposizione per la realizzazione di questa rappresentazione. 

Don Carlo

Il Presepio parlante

commenti Commenti disabilitati su Il Presepio parlante
di , 10 Dicembre 2011

I bambini dei gruppi di catechesi Arcobaleno & Mamre  vi invitano al “presepio parlante” domenica 18 dicembre alle ore 16.30 in Basilica Ss.Maria e Donato, una sacra rappresentazione con preghierime sul natale per contemplare con semplicità il presepio e i suoi protagonisti

Incontri di formazione e catechesi per sposi

commenti Commenti disabilitati su Incontri di formazione e catechesi per sposi
di , 5 Novembre 2011

Domenica 13 Novembre alle ore 16 in Casa Sacro Cuore I gruppi “Gioacchino e Anna” e “Cana” invitano all’incontro Sposi, incontri di formazione e catechesi per sposi aperto a tutte le coppie.

Riprendono i gruppi di ascolto

commenti Commenti disabilitati su Riprendono i gruppi di ascolto
di , 8 Ottobre 2011

Giovedì 13 ottobre, con un incontro di preghiera alle ore 21.00 a San Donato, riprenderà anche il cammino dei Gruppi di Ascolto. Questa esperienza di “catechesi per Adulti” è diventata per tante persone un appuntamento significativo. Ci sarà anche una novità nel cammino, infatti alcuni appuntamenti saranno vissuti in modo comunitario e seguiranno le Catechesi del Santo Padre sulla figura di San Paolo. Infatti la Parola che farà da Guida al cammino di quest’anno sarà la “Lettera ai Galati. ” Inoltre il gruppo del martedì in patronato a San Pietro, seguirà le lettura della domenica, così sarà un aiuto per preparare la Celebrazione Eucaristica del giorno del Signore

Il Patriarca presenta la “Verbum Domini”

commenti Commenti disabilitati su Il Patriarca presenta la “Verbum Domini”
di , 22 Gennaio 2011

Mestre: il Patriarca Scola presenta – in un teatro Toniolo “esaurito” –  la Verbum Domini 
A Venezia sarà il 1°  Marzo ore 18.00 a San Marco

Era completamente gremito il Teatro Toniolo di Mestre, la sera di venerdì 14 gennaio, per ascoltare il Patriarca sulla Verbum  Domini, il documento di Papa Benedetto XVI sul “Dio-che-parla” ovvero l’esortazione che raccoglie e rilancia i lavori del Sinodo  dei Vescovi sulla Parola di Dio nella vita e nella missione della Chiesa.  , l’intervento del card.  Scola ha offerto alcune “chiavi di  lettura” utili per la comprensione e l’approfondimento del testo ed accennato alle principali implicazioni emergenti.  Eccone qui qualche “assaggio”: “Con l’esortazione Verbum Domini il Papa accompagna il cammino della Chiesa a partire dall’esperienza di comunione  vissuta nell’Assemblea del Sinodo… Decisivo è il nesso con Sacramentum caritatis sull’Eucaristia nella vita e nella missione della Chiesa:  Parola ed Eucaristia, costituiscono il cuore esistenza ecclesiale: “Parola ed Eucaristia si appartengono così intimamente da non poter essere comprese  l’una senza l’altra: la Parola di Dio si fa carne sacramentale nell’evento eucaristico.  L’Eucaristia ci apre all’intelligenza della sacra Scrittura,  così come la sacra Scrittura a sua volta illumina e spiega il Mistero eucaristico”(n. 55)…  L’accento è posto su Dio che parla e sull’uomo, chiamato  ad accogliere la sua parola e ad entrare nell’Alleanza… la Chiesa come soggetto che accoglie la Parola nel presente; il coinvolgimento  missionario della Chiesa che rende presente al mondo il Dio-che-parla… È fondamentale non smarrire l’itinerario che va da Dio-che-parla alla  Chiesa che accoglie e si fa missione: non si accoglie la Parola di Dio se non si accetta di lasciarsi includere nella stessa missione di Cristo che si  prolunga nella Chiesa.  Il Dio-che-parla trova in Maria la relazione tra Verbo di Dio e umana libertà.  Per questo l’esortazione fa costante riferimento  a Maria: “In realtà, l’incarnazione del Verbo non può essere pensata a prescindere dalla libertà di questa giovane donna che con il suo  assenso coopera in modo decisivo all’ingresso dell’Eterno nel tempo” (VD n. 27).  Dio si rende incontrabile dall’uomo nella dinamica del segno (la  Parola di Dio si comunica mediante parole umane) per mezzo della quale la umana libertà è chiamata originariamente all’assenso e  all’accoglienza”.  Quanto alle implicazioni, il Patriarca ha evidenziato la “sinfonia della Parola” precisando che tale espressione (“Parola di Dio”) “possiede diversi  significati: la persona amata e amabile di Gesù Cristo, la Tradizione viva della Chiesa e quindi le Scritture, il Libro”.  Considerare sempre questa  “sinfonia di voci e significati” è “decisivo e fondamentale per l’azione pastorale e per la liturgia”.  “Se la Parola di Dio è il Verbo fatto carne che  permane nel tempo e nello spazio e si attesta nelle Scritture, allora il luogo originario dell’interpretazione della Scrittura è la Chiesa e in essa  un’autentica esperienza cristiana”.  Necessarie, dunque, una “lettura ecclesiale” e “l’intelligenza della fede” per evitare sia il rischio di  un’interpretazione “secolarizzata che esclude l’intervento del divino nella storia” che quello di “un’interpretazione spiritualistica che prescinda  dalla letteralità della Scrittura”… l’urgenza di una “ripresa radicale della dimensione biblica nella formazione cristiana e nella catechesi”…  “nelle abituali attività delle comunità cristiane, nelle parrocchie, nelle associazioni e nei movimenti si abbia realmente a cuore l’incontro personale  con Cristo che si comunica a noi nella sua Parola”.  “La Parola di Dio – ha concluso il card.  Scola – non è mai generica nel rivolgersi a noi,  chiama e ci coinvolge, facendoci scoprire che l’intera nostra vita è vocazione.  Approfondire la Parola di Dio significa imparare che non c’è un solo  atto della mia giornata che non sia Dio che parla a me”.  Non a caso, ricorda, il Papa invita i cristiani a riscoprire la preghiera dell’Angelus Domini  in cui “c’è tutta la sintesi della Parola di Dio che si fa carne attraverso la libertà di una ragazza di Nazareth e la Chiesa invita a recitarla consapevole  che questo mistero non è solo del passato ma riaccade oggi nel cuore di ogni fedele che accoglie l’annuncio della Parola di Dio”.  E proprio  qui “sta il segreto della vera gioia”, indicato nel passo finale dell’esortazione.

Un doppio dono

commenti Commenti disabilitati su Un doppio dono
di , 26 Dicembre 2010

Carissimi fratelli e sorelle, siamo già a Natale.  Siamo giunti ormai a questo nuovo incontro con Dio. Questo è il primo e più importante dono che Dio desidera farci, un dono che ci offre per renderLo vivo, incarnato, nelle nostre vite,nelle nostre famiglie,nelle nostre comunità, nella nostra isola. Quest’anno nel tempo di Natale avremo modo di prepararci ancora a ricevere un dono ulteriore, la Visita del Patriarca Angelo.
Aver rimandato la sua visita in mezzo a noi, ci dà l’opportunità di prepararci con più intensità per ricevere il nostro Pastore con disponibilità e attenzione, rinnovo a tutti l’invito a partecipare e a vivere i vari appuntamenti. Assieme a Communio vi vengono recapitate: la lettera che proprio il Patriarca ci ha inviato per prepararci alla venuta del Papa, il 7-8 maggio, qui a Venezia, e una icona delle Deesis di San Marco, dono proprio del Patriarca Angelo a ricordo della sua visita Pastorale. Desidero prima degli auguri, ringraziare di cuore, tutti coloro che prestano un servizio pastorale e di catechesi nelle nostre due comunità.
Tanti auguri di un Santo Natale e di un nuovo anno nel Signore Gesù, in particolare ai nostri anziani e ammalati.

Don Carlo

Anno Pastorale 2010 – 2011

commenti Commenti disabilitati su Anno Pastorale 2010 – 2011
di , 26 Settembre 2010

Equipe catechistiche, orari e luoghi in cui si svolge la catechesi dei fanciulli e dei ragazzi

  • Arcobaleno 2 & 3  (Lunedi ore 16.45 a San Donato)
    Da Preda Mirella, Simonetto Alessandra, Manzini Minella Attilia,  Vecchiato Costantini Anna, Marangon Fiorella, Vio Ragazzi Antonietta, Nadaletto Angela, Voltan Monica
  • Mamre 4  (Lunedi ore 16.45 a San Donato)
    Albertini Marangon Albertina, Marchetti Fael Liliana, Toso Bruna, Pivato Gianpaolo, Costantini Pivato Sabrina, Lunetta Squarcina Michela
  • Mamre 5  (Lunedi ore 16.45 a San Donato)
    Mian Federica, Busato Zuliani Raffaela, Vianello Giovanna
  • Sichem 1 & 2  (Giovedi ore 19.30 sala San Gerardo)
    Bellemo Alessandro, Mastracchio Francesca, Costantini Enrico, Serena Elisa
  • Sichem 3  (Giovedi ore 19.15 a San Pietro)
    Andreotta Marianna, Donà Andreotta Benvenuta, don Carlo
  • Kairos  Dopo Cresima  (Giovedi ore 19.30 sala San Gerardo)
    Fabio Pittau, Brenda Santini, Riccardo Zecchin

Prosegui la lettura 'Anno Pastorale 2010 – 2011'»

Il nuovo anno di catechesi

commenti Commenti disabilitati su Il nuovo anno di catechesi
di , 18 Settembre 2010

Con lunedì 27 settembre riprenderà il cammino di catechesi per tutti i bambini, ragazzi, giovanissimi e giovani. I giorni del catechismo ed altre notizie verranno date direttamente ai genitori negli incontri che si faranno nei prossimi giorni secondo il calendario che viene riportato qui sotto.  Speriamo che a questi appuntamenti non manchi nessun genitore, magari sarebbe bello che potessero venire mamma e papà. 
Ricordiamo che i primi catechisti e testimoni sono proprio i genitori.

Gli incontri genitori si tengono in sala San Gerardo:

lunedi’ 20 settembre:

  • Ore 17.00  genitori gruppi Arcobaleno 2 e 3
  • Ore 19.00  genitori Mamre 4
  • Ore 21.00  genitori Mamre 5

martedi’ 21 settembre:

  • Ore 17.00  genitori Sichem 3
  • Ore 21.00  genitori Sichem 1 e 2

Continua la preparazione alla visita pastorale

commenti Commenti disabilitati su Continua la preparazione alla visita pastorale
di , 9 Maggio 2010

Continua la preparazione alla visita pastorale del Patriarca Angelo,  seconda finalità della visita pastorale: educare al pensiero di cristo (1Cor 2, 16)…

Vivere il pensiero di Cristo significa quindi essere in rapporto con la realtà nella sua totale esperienza: affezione, riposo,  lavoro, gioia dolore, tutto…  la rottura tra la fede e la quotidianità sfocia in una qualche patologia detta “schizofrenia”, la dimensione  della normalità la si vive nell’ascolto della Parola e nella catechesi dove poi a seconda della vocazione sfocia se è vera vocazione e non per decisone personale, nei vari servizi alla comunità…  Oggi nelle comunità cristiane si percepisce una caduta di preparazione  e partecipazione alla catechesi e questo porta a rimanere come dice San Paolo un cristiano “lattante”, per recipere il cibo  solido è necessario approfondire i misteri della propria fede che sono direttamente collegati con la vita quotidiana dell’uomo e il poco  approfondimento lo si vede poi nelle questioni morali siccome non siamo Noi cristiani per primi d’accordo o convinti della bellezza  del vivere in Cristo nella sua totalità, mettiamo prima davanti la rigidità del devi e poi quando vediamo che la stragrande maggioranza  per puro dovere non si muove più siamo tentati di piegare la verità alle nostre comodità, a trasformare la legge della gradualità,  che è umana, nella gradualità della legge, che è appunto un venir meno della verità.

Un amore al cubo

commenti Commenti disabilitati su Un amore al cubo
di , 18 Aprile 2010

Saranno in 2.500 a raggiungere Assisi dalle parrocchie e dalle varie zone del Patriarcato di Venezia ( in 30 dalle nostre parrocchie di Murano)  per il pellegrinaggio diocesano dei preadolescenti guidato dal Patriarca card. Angelo Scola nei luoghi di San Francesco che si terrà da venerdì 16 a domenica 18 aprile.

Oltre 1.800, in particolare, sono i ragazzi delle scuole medie e i giovanissimi della prima superiore iscritti al pellegrinaggio e che si recano in Umbria accompagnati da qualche centinaio di adulti (genitori, educatori, animatori, sacerdoti, insegnanti ecc.).Un “amore al cubo” ovvero “S.Francesco: il fascino dell’amore elevato alla potenza di Dio” è il motto ideato dall’Ufficio diocesano per l’evangelizzazione e la catechesi / Coordinamento della pastorale dei ragazzi per accompagnare questo pellegrinaggio il cui obiettivo – spiegano gli organizzatori – è quello di “aiutare i nostri preadolescenti a capire che ad amare si impara… lentamente, facendo passi adatti alla propria età ma non perdendo mai di vista la meta comune a tutti: saper amare come il Crocifisso Risorto e cio è nel dono totale di noi stessi, anima e corpo.  L’amore, infatti, a cui Francesco ha dato forma in maniera personale e specialissima è quello evangelico, contemplato nella Trinità e incarnato nella persona di Gesù”.  I vari gruppi di partecipanti si muoveranno dalla diocesi veneziana nel corso della giornata di venerdì 16 aprile per raggiungere in serata le rispettive località di destinazione, ad Assisi e dintorni. Si muoveranno poi autonomamente nel corso del pellegrinaggio, seguendo le indicazioni del coordinamento diocesano, ma vivranno tutti insieme tre particolari momenti:

  • La sera di venerdì 16 aprile, eccezionalmente per i giovanissimi pellegrini veneziani, la Basilica di S.Maria degli Angeli resterà aperta dalle ore 20.30 alle 22.00 per l’apertura ufficiale del pellegrinaggio;
  • La sera di sabato 17, alle ore 21.00 presso un padiglione dell’Umbria Fiere di Bastia Umbra, ci sarà un momento di incontro e festa per tutti ;
  • La mattina di domenica 18 aprile, alle ore 9.30, presso la Basilica superiore di Assisi si terrà il momento culminante del pellegrinaggio con la messa presieduta dal Patriarcacard. Angelo Scola con il vescovo ausiliare mons. Beniamino Pizziol. 

Nel corso della giornata di sabato 17 aprile i gruppi seguiranno vari itinerari che, in momenti diversi e concordati, porteranno i ragazzi a visitare alcuni luoghi fondamentali della vita del Santo: la Basilica di S.Francesco, la Basilica di S.Maria degli Angeli (Porziuncola), le chiese di S.Rufino / S.Chiara / S.Damiano, l’eremo delle carceri, Rivotorto ecc.  Nel primo pomeriggio di domenica 18 inizierà, infine, per tutti l’operazione di rientro a Venezia.

Panorama Theme by Themocracy