Tag articolo: San Pietro

Da Domenica 9 Ottobre nuovo orario delle Sante Messe festive

commenti Commenti disabilitati su Da Domenica 9 Ottobre nuovo orario delle Sante Messe festive
di , 1 Ottobre 2011

Un cambiamento perché…

Ore 8.00 e 9.30 a San Pietro – ore 11.00 a San Donato
Non so se a tutti è arrivata la notizia, forse ancora qualcuno non ha letto Communio della scorsa settimana, o forse non ha letto bene il resoconto dell’Assemblea Pastorale dove tra le altre cose sì è deciso di dare una periodicità all’orario domenicale delle Sante Messe. Il motivo principale parte dal fatto che già i momenti più importanti li celebriamo alternativamente in San Pietro o in San Donato, scansionandoli di anno in anno. Per esempio l’inizio dell’anno pastorale quest’anno si è celebrato a San Donato, perché l’anno precedente era stato celebrato a San Pietro, e così Prime Comunioni, Cresime, Pasqua, Palme ecc. Si è pensato che anche le messe centrali della domenica entrassero in questa scansione così che tutte e due le comunità cristiane potessero avere l’opportunità di una Messa celebrata in un orario centrale della domenica. Ma perché cambiamo l’orario delle Messe, perché cambiamo gli orari delle attività? Non c’è nessun gusto di fare confusione. Partiamo da un dato di fatto: a Murano oramai da 2 anni c’è un solo parroco. Questo può essere aiutato o meno da un altro sacerdote, ma ciò che è certo è che c’è lui solo. Allora anche gli orari delle S. Messe sono necessariamente legati a questo fatto. Se c’è un solo sacerdote egli deve avere la possibilità di poter celebrare le Messe senza l’affanno di dovere cercare altri sacerdoti che lo sostituiscano o di arrivare in ritardo alla celebrazione successiva. Ma c’è un secondo motivo che si fonda nell’esperienza di fede. Il Patriarca Angelo, come abbiamo già ricordato, ci ha detto nella Visita Pastorale che senza conversione la fede rimane una convenzione. La conversione, ne sono convinto, passa anche attraverso dei cambiamenti che all’apparenza sembrano senza senso. E per convertirsi non c’è un’età specifica, sempre è tempo di conversione. Sta a noi saperlo vivere. E’ vero non è facile accogliere un cambiamento, perché sembra che ci venga tolto qualcosa che ormai è “mio-nostro”, che davo per scontato. Il ritornello “abbiamo sempre fatto così” è uno slogan che ci atrofizza e ci rende poco disposti alla Conversione, al cambiamento verso una rinnovata adesione a Gesù che “non aveva neanche un sasso dove poggiare il capo”, cioè non cercava sicurezze che non fosse fare la volontà di Dio.

Don Carlo

Sintesi dell’Assemblea Pastorale del 20 settembre

commenti Commenti disabilitati su Sintesi dell’Assemblea Pastorale del 20 settembre
di , 25 Settembre 2011

1° Momento
Riflessione di Don Carlo sulle parole del Patriarca Angelo Scola, tratte dall’Assemblea Pastorale nella visita pastorale:«… Io credo che la modalità con cui aiutarci ad operare questo passaggio – dalla convenzione alla convinzione – implica il coinvolgimento più autentico e maturo della mia persona, con la comunità cui appartengo, coinvolgimento che sia dominato dall’invocazione dello spirito di Cristo Risorto, dall’intercessione di Maria di tutti i santi, perché io anteponga il tutto alla parte, perché io capisca la necessità del mio continuo cambiamento nel vivere la nuova parentela che Gesù ha inaugurato e nel vivere quindi una comunione che concepiamo come ciò che viene prima. Quindi il passaggio dalla convenzione alla convinzione si chiama conversione: senza la conversione della persona la comunità non cambia; senza comunità la persona non è provocata alla conversione… secondo me non è infatti una questione di progetto ma di Soggetto… Voi avete una ricchezza straordinaria, sia i ragazzi delle elementari che delle medie che del post– cresima che abbiamo visto, a parte che sono ancora molto numerosi, ma il modo che si sono preparati per l’incontro con il Patriarca è stato molto significativo… Insomma il problema è che vivendo nelle comunità, appartenendo in maniera forte alla comunità, un soggetto che fa passare l’eucarestia nel quotidiano, fa passare il Cristo morto risorto nella vita di tutti i giorni, contagia… scatta la domanda “Maestro dove abiti?” perché al di là di tutto l’uomo non può non sentire il desiderio di pienezza, di felicità, di infinito, perché questo è la forma del desiderio di Dio, che abita in ogni uomo… »

2° momento:
Presentazione dei vari gruppi appartenenti alla comunità, con breve descrizione del progetto che verrà seguito e le varie iniziative che verranno svolte durante l’anno pastorale (li presenteremo in modo dettagliato) la prossima settimana

3° momento:
Molto tempo è stato dedicato al rivedere i momenti di preghiera e liturgia, e alcuni cambiamenti importanti sono stati apportati:

  • Per quanto riguarda l’adorazione permanente inizierà la prima settimana di ottobre a San Pietro si conferma martedi l’orario della mattina: dalle 08.00 alle 12.00, mentre a San Donato passerà al venerdi pomeriggio dalle 15.00 alle 18.30. Per rendere pratica la copertura dell’adorazione verrà fatto un cartellone nelle due chiese dove ognuno potrà dare la sua disponibilità per l’adorazione e iscriversi
  • Dalla prima settimana di ottobre al venerdì:
    dopo la celebrazione eucaristica si inserirà dentro il percorso di preghiera la possibilità  di una Lectio Divina sui testi della domenica.  La lectio è aperta a tutti.  Ogni primo giovedì del mese dopo la messa delle 18.  00 a San Pietro la celebrazione penitenziale (possibilità  di confessarsi fino alle 20 circa)
  • Cambiamento dell’orario delle s. messe feriali e festive
    Dal 1 ottobre fino all’ora legale l’orario delle Sante Messe sarà il seguente:
    – Feriali: lunedì, mercoledì, venerdì ore 18 a San Donato;
    – Martedì giovedì ore 18.00 a  San Pietro e ore 18.00 a San Donato
    – Sabato e prefestive: ore 17.00 a San Pietro
    Da domenica 9 ottobre fino al prossimo ottobre:
    – A San Pietro ore 08.00 e 09.30, a San Donato ore 11.00
    Nei tempi forti: preghiera del vespero alle 18 a San Donato
  • Ci siamo lasciati a fine assemblea con le seguenti domande (formazione dei sacramenti):
    – Il corso fidanzati?
    – Preparazione battesimi e tempo post battesimale fino all’inserimento nella catechesi
    – Attenzione per… Le famiglie dei ragazzi del catechismo: quale accompagnamento?

Adorazione eucaristica

commenti Commenti disabilitati su Adorazione eucaristica
di , 16 Settembre 2011

Da Martedì 27 Settembre riprenderá l’orario invernale dell’adorazione eucaristica nei seguenti giorni:

  • Martedì mattina a San Pietro dalle ore 08.00 alle ore 12.00
  • Venerdì pomeriggio a San Donato dalle ore 15.00 alle ore 19.00

Ritiro dei pass

commenti Commenti disabilitati su Ritiro dei pass
di , 1 Maggio 2011

Da lunedì 2 Maggio a sabato 7 Maggio  dalle 16.00  alle  18.00  sarà possibile ritirare il pass ed i kit in  Casa Sacro Cuore.

Come annunciato, in occasione della celebrazione  della S.  Messa del Papa a San Giuliano,  non verranno celebrate le Eucaristie  della mattina di domenica prossima, ma solamente  

  • Sabato 7 Maggio:  San Pietro ore 18.00 – San Donato ore 19.00
  • Domenica 8 Maggio:  San Donato ore 18.30

In preparazione alla Visita di Benedetto XVI

commenti Commenti disabilitati su In preparazione alla Visita di Benedetto XVI
di , 24 Aprile 2011

Dal Catechismo della Chiesa Cattolica – Credo nello Spirito Santo
Paragrafo 4 – I.  La costituzione gerarchica della Chiesa  Perché il ministero ecclesiale? 

874 È Cristo stesso l’origine del ministero nella Chiesa.  Egli l’ha istituita, le ha dato  autorità e missione, orientamento e fine: Cristo Signore, per pascere e sempre più  accrescere il Popolo di Dio, ha istituito nella sua Chiesa vari ministeri, che tendono al  bene di tutto il corpo.  I ministri infatti, che sono dotati di sacra potestà, sono a servizio  dei loro fratelli, perché tutti coloro che appartengono al Popolo di Dio…  arrivino alla  salvezza [Conc.  Ecum.  Vat.  II, Lumen gentium, 18].

875 “E come potranno credere, senza averne sentito parlare?  E come potranno sentirne parlare senza uno che lo annunzi?  E come lo annunzieranno, senza essere prima inviati?  ” (Rm 10,14-15).  Nessuno, né individuo né comunità, può annunziare  a se stesso il Vangelo.  “La fede dipende…  dalla predicazione” (Rm 10,17).  Nessuno può darsi da sé il mandato  e la missione di annunziare il Vangelo.  L’inviato del Signore parla e agisce non per autorità propria, ma in forza dell’autorità  di Cristo; non come membro della comunità, ma parlando ad essa in nome di Cristo.  Nessuno può conferire a se stesso  la grazia, essa deve essere data e offerta.  Ciò suppone che vi siano ministri della grazia, autorizzati e abilitati da Cristo.  Da lui i vescovi e i presbiteri ricevono la missione e la facoltà [la “sacra potestà”] di agire “in persona di Cristo Capo”, i  diaconi la forza di servire il popolo di Dio nella “diaconia” della liturgia, della parola e della carità, in comunione con il vescovo  e il suo presbiterio.  La tradizione della Chiesa chiama “sacramento” questo ministero, attraverso il quale gli inviati  di Cristo compiono e danno per dono di Dio quello che da se stessi non possono né compiere né dare.  Il ministero della  Chiesa viene conferito mediante uno specifico sacramento. 

876 Alla natura sacramentale del ministero ecclesiale è intrinsecamente legato il carattere di servizio.  I ministri, infatti, in  quanto dipendono interamente da Cristo, il quale conferisce missione e autorità, sono veramente “servi di Cristo”, [Cf Rm  1,1 ] ad immagine di lui che ha assunto liberamente per noi “la condizione di servo” (Fil 2,7).  Poiché la parola e la grazia  di cui sono i ministri non sono le loro, ma quelle di Cristo che le ha loro affidate per gli altri, essi si faranno liberamente  servi di tutti [Cf 1Cor 9,19 ]. 

Prosegui la lettura 'In preparazione alla Visita di Benedetto XVI'»

Mercatino di primavera

commenti Commenti disabilitati su Mercatino di primavera
di , 26 Marzo 2011

Nei giorni 9 – 10 aprile 2011 si terrà il consueto Mercatino di primavera. Abbiamo sempre bisogno della vostra abilità nel preparare dolcetti, biscotti, marmellate e tutto ciò che la primavera risveglia nella vostra Fantasia. Le organizzatrici vi aspettano già da Venerdì 8 Aprile in patronato a San Pietro per consegnare i vostri preparati.

Iscrizioni per la Messa del Papa

commenti Commenti disabilitati su Iscrizioni per la Messa del Papa
di , 26 Marzo 2011

Domenica 10 Aprile si chiuderanno le iscrizioni per la partecipazione alla Santa Messa che sarà celebrata Domenica 8 Maggio dal Santo Padre al parco di San Giuliano a Mestre. Nando Ferro per la parrocchia di San Donato e Guido D’Alpaos per quella di San Pietro raccolgono ogni Sabato dalle 15.30 all’ora della S.Messa le adesioni per la partecipazione alla celebrazione che sarà presieduta del Santo Padre Domenica 8 Maggio a Mestre .

Corso di scacchi

commenti Commenti disabilitati su Corso di scacchi
di , 19 Marzo 2011

Parte a San Pietro un corso gratuito di scacchi con la presenza del maestro Mario Furlan come insegnante.

  • Domenica 20 Marzo in patronato alle ore 16:00 “Costruiamo una scacchiera” con la collaborazione di “Noi del patronato”
  • Dal 26 Marzo ogni sabato pomeriggio alle ore 15.30 si terranno le lezioni.

Il corso terminerà con un torneo tra i partecipanti.

I venerdì di Quaresima

commenti Commenti disabilitati su I venerdì di Quaresima
di , 12 Marzo 2011

In comunione con l’iniziativa diocesana proponiamo delle serate di preghiera e digiuno, il corrispondente delle cena lo doniamo per l’iniziativa un Pane per Amor di Dio.   Schema degli incontri, che si terranno il Venerdì  dalle ore  19.15  alle  21.00:

  • Ascolto della parola del papa
  • Condivsione fraterna
  • Preghiera silenziosa e di adorazione
  • Possibilita’ della confessione
  • Preghiera di compieta

(… ) le tentazioni non furono un  incidente di percorso, ma la  conseguenza della scelta di Gesù di  seguire la missione affidatagli dal  Padre, di vivere fino in fondo la sua  realtà di Figlio amato, che confida  totalmente in Lui.  Cristo è venuto nel  mondo per liberarci dal peccato e dal  fascino ambiguo di progettare la nostra  vita a prescindere da Dio. 

Benedetto XVI, Angelus del 21 febbraio 2010

Cammino di quaresima 2011

commenti Commenti disabilitati su Cammino di quaresima 2011
di , 5 Marzo 2011

“aprite le porte a Cristo”  una vita nuova… chiavi in mano! 
Nel deserto Gesù non ha avuto forse la possibilità di scegliere un’altra via, quella più seducente che il diavolo  gli indicava?  Ma il suo chiudere le porte a Satana per aprirle alla volontà del Padre, lo conduce a rivelare  ai discepoli sul Tabor il vero volto di Figlio, e a spalancare la sua vita per donarla a chiunque incontrerà  andando verso Gerusalemme (la donna samaritana, il cieco, Lazzaro e le sue sorelle).  A loro volta queste  persone non sono mai “forzate” ad aprirsi alla fede, ma usano le “chiavi” che hanno ricevuto, rispondendo  liberamente all’azione dello Spirito di Gesù nella propria esistenza quotidiana.  Due allora sono sempre le  chiavi necessarie: quella dell’azione di Dio che ci chiama alla Vita e quella della nostra risposta libera e liberante,  che lascia entrare la sua Grazia. 

Mercoledì 9 Marzo inizio della Quaresima
S. Messe con l’impartizione delle Ceneri:
– Ore 17.30 a San Donato
– Ore 21.00 a San Pietro

Da Venerdì 11 Marzo:  via Crucis
– Ore 15.00 a San Donato – 
– Ore 17.00 a San Pietro –

Da Lunedì 14 Marzo:  Lodi Mattutine 
– Ore 07.30 a San Donato Lunedi, Mercoledi, Venerdi
– Ore 17.00 a San Pietro Martedi e giovedi

Ogni Domenica:  Vesperi
– Ore 18.00 a San Donato

Panorama Theme by Themocracy