Nella notte Santa Gesù Bambino apparve a Lorenzo Giustiniani

di , 18 Dicembre 2013

DSC_0076 - Copia Molti di noi Muranesi, purtoppo non ci facciamo caso più di tanto o lo diamo per scontato, ma in Basilica di S.Donato abbiamo un “pregevole dipinto” del Pittore Veneziano Bartolomeo Letterini che raffigura un miracolo avvenuto durante la vita di Lorenzo Giustiniani primo Patriarca di Venezia. La storia racconta, che durante la S.Messa della Notte di Natale, mentre Lorenzo stava pronunziando le Parole della Consacrazione Eucaristica “la particola che teneva fra le mani” si trasformò nel Bambino Gesù appena nato e si mise a piangere fra le braccia del Patriarca. Questo fatto miracoloso e quasi unico (solo S.Francesco D’Assisi ebbe questo dono dal cielo)è stato meravigliosamente riprodotto nella Pala D’Altare che si trova nel transetto sulla parete di sinistra della nostra Basilica, dove fino al 1973 si trovava l’altare barocco dedicato al S.Patriarca. Indubbiamente fu commissionato al Letterini dal Vescovo di Torcello Marco Giustinian che alla fine del 1600 trasferì la sua Sede Episcopale da Torcello nella nostra Basilica Madre di Murano. Gli esperti e coloro che amano l’arte e la pittura dicono che è una delle opere “minori” del pittore settecentesco ma ugualmente di pregio e di fattura. S.salvò, come altre tesori “quasi per miracolo” dalle soppressioni Napoleoniche e faceva parte di un ciclo di opere pittoriche del Letterini che si trovavano nella nostra Basilica. Ricordiamoci allora quando entriamo in chiesa di osservare soprattutto, in questo periodo natalizio, questa opera che non solo ci ricorda il “Primo Patriarca di Venezia” ma il “Grande Mistero del Natale” in cui Dio si è “Fatto Uomo” ed è entrato nella nostra storia per la “Salvezza di ognuno di noi”.

I commenti non sono attivi

Panorama Theme by Themocracy