Oratorio Briati

oratorio_briatiNel dicembre del 1736 i Padri Carmelitani Scalzi di Venezia ottennero dal Senato il permesso di costruire a Murano un convento di suore dello stesso ordine. A tale scopo fu ridotto un grande palazzo di proprietà della famiglia Marcello, grazie all’aiuto finanziario delle famiglie Contarini e Giustiniani nonchè dei fedeli.

Nel 1737 alcune monache si trasferirono qui dal loro monastero di Conegliano (TV).  Nel 1810 il cenobio fu soppresso, mentre nel 1828 la chiesa – restaurata – passò alle monache Agostiniane. Tra il 1858 ed il 1865 – durante la chiusura della basilica di San Donato a causa di grossi interventi di restauro – l’oratorio funzionò da parrocchiale.

Nel 1866 il monastero fu demaniato e diventò sede dell’Ospizio Briati, edificato dal maestro vetraio Giuseppe Briati (1686-1772) nel 1754 affinchè vi trovassero ospitalità le vedove dei vetrai muranesi.

Al centro del complesso architettonico spicca l’oratorio con la sua elegante, proporzionata, piccola facciata.

Panorama Theme by Themocracy