Tag articolo: Assisi

Anche Gesù va in collera

commenti Commenti disabilitati su Anche Gesù va in collera
di , 17 Febbraio 2015

untitled.png sestaCristo e i lebbrosi – VI domenica del tempo Ordinario, anno B –  Mc 1,40-45

Venne da lui un lebbroso, che lo supplicava in ginocchio e gli diceva: «Se vuoi, puoi purificarmi!». Ne ebbe compassione, tese la mano, lo toccò e gli disse: «Lo voglio, sii purificato!». E subito la lebbra scomparve da lui ed egli fu purificato. E, ammonendolo severamente, lo cacciò via subito 44e gli disse: «Guarda di non dire niente a nessuno; va’, invece, a mostrarti al sacerdote e offri per la tua purificazione  quello che Mosè ha prescritto, come testimonianza per loro». Ma quello si allontanò e si mise a proclamare e a divulgare il fatto, tanto che Gesù non poteva più entrare pubblicamente in una città, ma rimaneva fuori, in luoghi deserti; e venivano a lui da ogni parte.

Prosegui la lettura 'Anche Gesù va in collera'»

Da Greccio alle nostre case il fascino del Presepe

commenti Commenti disabilitati su Da Greccio alle nostre case il fascino del Presepe
di , 18 Dicembre 2013

presepegreggiocasentini Narra l’Evangelista Luca al Capitolo 2 versetto 16,17 “Giunsero in fretta i pastori a Betlemme e là trovarono Maria e Giuseppe e il bambino che dormiva in una mangiatoia. ” E ‘il racconto più bello che la tradizione cristiana ci annuncia presentandoci la nascita di Gesù nella povertà e nell’umiltà di quel luogo e di quella notte, dove Dio incarnandosi ha piantato la sua dimora in mezzo a noi. Ed è da questa fonte, che indubbiamente S.Francesco volle interpretare in maniera realistica il presepe di Greccio per rivivere intensamente il mistero del Natale. I suoi biografi raccontano, che ottenuto il consenso dal Papa Onorio III°, Francesco passando per Greccio nel dicembre del 1223 chiese al nobile feudatario Giovanni Velita l’aiuto per allestire sul posto una sacra rappresentazione della nascita del Redentore. Individuata una piccola grotta accanto all’abitato, prepararono il fieno per la mangiatoia e vi condussero un bue e un asino per ricostruire l’antico”caravanserraglio”:  Giunta la “Santa Notte” convenirono tutti in quel luogo, frati abitanti e sacerdote e sopra la paglia venne deposta un’immagine del bambinello confezionata dalle mani di Madonna Alticama moglie del feudatario. Iniziata la S.Messa, Francesco rivestito dei paramenti diaconali cantò solennemente il Vangelo e prese amorevolmente tra le sue braccia il simulacro del bambino che miracolosamente come dissero i presenti cominciò ad animarsi e vagire tra le braccia del santo come un vero neonato.

Prosegui la lettura 'Da Greccio alle nostre case il fascino del Presepe'»

Ancora in calo le nascite, i nomi più gettonati Francesco e Sofia.

commenti Commenti disabilitati su Ancora in calo le nascite, i nomi più gettonati Francesco e Sofia.
di , 28 Novembre 2013

neonati-300x225

Oltre 12 mila nascite in meno nel 2012 rispetto all’anno precedente. Secondo i dati del bilancio demografico della popolazione residente – riferisce l’Istat – sono stati 534.186 gli iscritti in anagrafe lo scorso anno. S.conferma così il calo delle nascite cominciato nel 2009: oltre 42 mila unità nati in meno in quattro anni. Un calo attribuito ai nati da genitori italiani, quasi 54 mila in meno rispetto al 2008. Aumentano invece i nati da entrambi genitori stranieri: ammontano a poco meno di 80 mila nel 2012.

Francesco e Sofia i nomi preferiti per i figli – Francesco mantiene il suo primato come nome per i neonati di sesso maschile, Sofia resta da tre anni quello preferito per le femminucce.

Prosegui la lettura 'Ancora in calo le nascite, i nomi più gettonati Francesco e Sofia.'»

Un amore al cubo

commenti Commenti disabilitati su Un amore al cubo
di , 18 Aprile 2010

Saranno in 2.500 a raggiungere Assisi dalle parrocchie e dalle varie zone del Patriarcato di Venezia ( in 30 dalle nostre parrocchie di Murano)  per il pellegrinaggio diocesano dei preadolescenti guidato dal Patriarca card. Angelo Scola nei luoghi di San Francesco che si terrà da venerdì 16 a domenica 18 aprile.

Oltre 1.800, in particolare, sono i ragazzi delle scuole medie e i giovanissimi della prima superiore iscritti al pellegrinaggio e che si recano in Umbria accompagnati da qualche centinaio di adulti (genitori, educatori, animatori, sacerdoti, insegnanti ecc.).Un “amore al cubo” ovvero “S.Francesco: il fascino dell’amore elevato alla potenza di Dio” è il motto ideato dall’Ufficio diocesano per l’evangelizzazione e la catechesi / Coordinamento della pastorale dei ragazzi per accompagnare questo pellegrinaggio il cui obiettivo – spiegano gli organizzatori – è quello di “aiutare i nostri preadolescenti a capire che ad amare si impara… lentamente, facendo passi adatti alla propria età ma non perdendo mai di vista la meta comune a tutti: saper amare come il Crocifisso Risorto e cio è nel dono totale di noi stessi, anima e corpo.  L’amore, infatti, a cui Francesco ha dato forma in maniera personale e specialissima è quello evangelico, contemplato nella Trinità e incarnato nella persona di Gesù”.  I vari gruppi di partecipanti si muoveranno dalla diocesi veneziana nel corso della giornata di venerdì 16 aprile per raggiungere in serata le rispettive località di destinazione, ad Assisi e dintorni. Si muoveranno poi autonomamente nel corso del pellegrinaggio, seguendo le indicazioni del coordinamento diocesano, ma vivranno tutti insieme tre particolari momenti:

  • La sera di venerdì 16 aprile, eccezionalmente per i giovanissimi pellegrini veneziani, la Basilica di S.Maria degli Angeli resterà aperta dalle ore 20.30 alle 22.00 per l’apertura ufficiale del pellegrinaggio;
  • La sera di sabato 17, alle ore 21.00 presso un padiglione dell’Umbria Fiere di Bastia Umbra, ci sarà un momento di incontro e festa per tutti ;
  • La mattina di domenica 18 aprile, alle ore 9.30, presso la Basilica superiore di Assisi si terrà il momento culminante del pellegrinaggio con la messa presieduta dal Patriarcacard. Angelo Scola con il vescovo ausiliare mons. Beniamino Pizziol. 

Nel corso della giornata di sabato 17 aprile i gruppi seguiranno vari itinerari che, in momenti diversi e concordati, porteranno i ragazzi a visitare alcuni luoghi fondamentali della vita del Santo: la Basilica di S.Francesco, la Basilica di S.Maria degli Angeli (Porziuncola), le chiese di S.Rufino / S.Chiara / S.Damiano, l’eremo delle carceri, Rivotorto ecc.  Nel primo pomeriggio di domenica 18 inizierà, infine, per tutti l’operazione di rientro a Venezia.

Pellegrinaggio diocesano dei preadolescenti

commenti Commenti disabilitati su Pellegrinaggio diocesano dei preadolescenti
di , 11 Aprile 2010

Assisi, 16-18 aprile 2010
Al pellegrinaggio diocesano ad Assisi al quale partecipano oltre 2500 ragazzi di tutta la diocesi  si uniscono anche 30 ragazzi dei nostri gruppi Sichem ed alcuni accompagnatori
Incontro per tutti i partecipanti mercoledì 14 Aprile alle ore 21 a San Donato

Appuntamento d’Avvento per i ragazzi

commenti Commenti disabilitati su Appuntamento d’Avvento per i ragazzi
di , 21 Novembre 2009

Mercoledì 25 Novembre dalle ore  17.30 alle 19.15 si terrà l’appuntamento d’Avvento per i ragazzi dei gruppi Sichem 1-2  presso la parrocchia di San Francesco della Vigna a Venezia, in preparazione al pellegrinaggio diocesano ad Assisi dei pre-adolescenti.
Ritrovo alle ore 17.00 al Museo.

Un anno con San Francesco

commenti Commenti disabilitati su Un anno con San Francesco
di , 4 Ottobre 2009

FrancescoOggi la Chiesa celebra la festa di San Francesco, Patrono  d’Italia.  Esattamente da 800 anni, la vita della Chiesa universale  è segnata dalla testimonianza di questo giovane uomo di  Assisi che ad un certo punto della sua vita, insoddisfatto dello  stile che aveva, si converte totalmente a Cristo.  Questa  sua testimonianza di fede, povera e semplice, ha segnato la  vita di tanti giovani che da subito lo seguono, e che ancora  oggi ammirati dal suo coraggio di un “Amore più grande” lasciano  tutto per seguire Gesù Cristo, come l’ha seguito il santo Francesco. 

Anche ai nostri ragazzi, dei gruppi Sichem, la nostra diocesi propone la Testimonianza  di questo giovane del 1200, e li invita ad incontrarlo concretamente con un  pellegrinaggio che vivranno dal 16 al 18 Aprile 2010 proprio nella sua Terra  natale ad Assisi.  Da questa domenica iniziamo con loro un cammino che, speriamo,  possa portarli tutti a vivere questa tre giorni, con il Patriarca Angelo, e gli altri  ragazzi della Diocesi presso la Tomba del Santo innamorato di Cristo vivendo  questo amore nella povertà e nella fraternità. 

Voglio in questo giorno di Festa, dare un fraterno benvenuto a Don Francesco, a  cui facciamo gli auguri, che in questi giorni è giunto in mezzo a noi dalla lontana  Cina.  Il suo servizio sarà prezioso, e sarà per noi un’occasione per vivere quella  dimensione missionaria, quella che il Patriarca Angelo chiama: “LA DIMENSIONE  DEL MONDO” che caratterizza da sempre la Chiesa e la Comunità Cristiana. 

 Voglio anche ringraziare mons.  Rino per il fraterno aiuto che ha dato, non solo a  me, per essersi subito reso disponibile per le celebrazioni Eucaristiche.  La sua  presenza, sempre preziosa, possa ancora essere un riferimento per tanti di noi. 

Don Carlo

Panorama Theme by Themocracy